LA PASSEGGIATA SENZA MASCHERINA CHE RISCHIA DI SPARIGLIARE LE CARTE DEL CENTRODESTRA

Dopo aver scelto per anni le opere vincitrici del Premio Sulmona ora Il critico d’arte, Vittorio Sgarbi vuole scegliere anche il sindaco della città per il centrodestra. Lo ha fatto capire prima lanciando il guanto di sfida all’attuale primo cittadino e poi, resosi conto che la sua candidatura sarebbe stata di difficile attuazione, ha cambiato strategia pescando in mezzo al mazzo la leghista Roberta Salvati. Manna dal cielo per le ambizioni non troppo nascoste della “pasionaria” peligna, la quale ha preso la palla al balzo tenendosi stretto il jolly da giocare sul tavolo del centrodestra cittadino. La stessa Salvati, che nel giro di pochi mesi  è riuscita ad attraversare tutti partiti dell’arco costituzionale, viaggiando con la sua borsa piena di ambizioni, dalla sinistra alla destra con estrema disinvoltura. Prima presidente del circolo cittadino cittadino del Pd, poi eletta in consiglio comunale con Sulmona Democratica a sostegno del sindaco Casini. Dalla maggioranza all’opposizione il passo è stato breve, prima di presentarsi alle regionali nella lista di Azione Politica, movimento di destra che le ha aperto le porte all’ingresso nella Lega suo attuale partito. Eletta in una lista costola del Partito democratico, oggi arriva in consiglio comunale con foulard e guanti verdi, capogruppo consiliare del partito di Salvini. Ma torniamo a Sgarbi e alla passeggiata senza mascherina che rischia di sconvolgere i piani del centrodestra per le prossime elezioni comunali di Sulmona. A parte le reazioni entusiaste rese a caldo da diversi cittadini, molto impulsivi e poco riflessivi, nella destra pensante hanno cominciato a tremare con quel “mi candido a sindaco” del critico d’arte. In molti si saranno chiesti a chi sarebbe toccato dirgli di no, perché i programmi erano altri, addirittura pare che fossero da adunata generale, ed i nomi sul tappeto avevano cominciato a sentire le avvisaglie del terremoto politico. Ma poi il professore, forse consapevole che le sue esperienze di sindaco non sono state molto felici, perché dove lo è stato non ha lasciato un buon ricordo e dove lo è adesso hanno avviato addirittura la pratica di commissariamento del comune perché lui è perennemente assente, ha, a sorpresa, dirottato sul nome di Roberta Salvati. Non credo che Sgarbi abbia fatto il suo nome per il comune percorso politico. Quasi come la consigliera Sgarbi è passato, infatti, dalla sinistra alla destra transitando per il riformismo, per i radicali e per il centro cattolico moderato. Propendo per il no. Forse sarà stato per una sorta di simpatica galanteria. Resta il fatto che sulla sedia saranno saltati di nuovo tutti i membri dello stato maggiore della destra e non solo chi era con Vittorio nella passeggiata serale, che forse sperava che fosse il suo nome ad essere pronunciato. Perché la “Roberta” della politica locale per la destra, forse, è peggio del nome di Sgarbi. Quella era una ipotesi che si sentiva che sarebbe destinata a tramontare, come in effetti è stato. Questa invece, la candidatura della Salvati, non arretra e non arretrerà. Non credo che lo cose si appianino da sole. Roberta ha dato in passato prova di ampia tenacia, nel tenersi attaccata alle sedie ed alle candidature, e più di qualche trambusto succederà. Una messa di puntini sulle “i”, da subito, non sarebbe stata male. Ma da quelle parti evidentemente non vivono attualmente nella chiarezza ed ognuno è troppo preso a che non vi siano Cardinali che escano dal Conclave senza lo zuccotto bianco. Però, passare per un movimento che si fa dettare la linea politica da una persona che, pur se si chiama Sgarbi, è comunque venuta fuori dal nulla, ha sparigliato le carte per una serie di reazioni impulsive ed infine non ha fatto i conti con nessuno dei leaders locali di quell’area senza approfondire progetti, programmi e strategie in atto, non è che sia stata una bella figura.

198 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com