GIANNANTONIO VINCE IL PREMIO EDITORIA ABRUZZESE CON “IL VATE E L’ARCHITETTURA”

Era entrato tra i finalisti dell’8^ edizione del Premio Editoria Abruzzese e ieri il sulmonese Raffaele Giannantonio è risultato il vincitore in assoluto per la sezione Saggistica con il suo volume “Il Vate e l’Architettura. Gabriele D’Annunzio tra Estetismo ed Eclettismo”. Il libro, scritto da Giannatonio con Sabine Frommel e Steven Semes per Ianieri Edizioni con prefazione di Dante Marianacci, nasce all’interno delle ricerche del Dipartimento di Architettura dell’Università di Chieti-Pescara e mette a sistema la massa magmatica fatta di ricordi, disegni, descrizioni, polemiche che rende l’universo-d’Annunzio unico nell’amore per l’Architettura, riconosciuto da Gustavo Giovannoni che nel 1932 gli chiede un’”alta parola” per salvare l’Italia dall’”invasione di nuova volgarità” che si stava diffondendo in Italia. L’opera, suddivisa in temi quali Gabriele D’Annunzio e l’architetturaL’architettura di Roma CapitaleD’Annunzio e la casaL’esperienza estetica della GuerraD’Annunzio e la CittàD’Annunzio e Pescara: le ragioni di un’assenza, mette in luce inediti aspetti dannunziani riguardanti l’urbanistica del paesaggio, il design, il restauro e la progettazione con l’impiego di materiali moderni, facendo luce nel contempo sulla realtà dell’architettura italiana tra fine XIX e inizio XX secolo. Giannantonio, membro del direttivo del Centro nazionale di Studi Dannunziani di Pescara, si aggiudica per la seconda volta il Premio Editoria Abruzzese per averlo già vinto nella sezione Poesia.

85 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com