NUOVI INTERVENTI AL PRESIDIO OSPEDALIERO DI SULMONA

123mila euro altro che caramelle. All’ospedale di Sulmona sembra che non si smetta mai di cacciare soldi, sembra sempre che manchi qualcosa, discutibile per un ospedale di ultima generazione costruito da poco. Veniamo ai fatti. A servizio del presidio ospedaliero di Sulmona è installata una centrale di gas medicali che provvede alla fornitura di ossigeno, area medicinale, protossido d’azoto nonché al vuoto endocavitario. Purtroppo nonostante i grossi sacrifici per costruire un nuovo ospedale, si riscontrano criticità per quanto riguarda l’ossigeno per il quale è installato un unico serbatoio criogenico da 5000 litri, nonché pacchi bombole come seconda e terza fonte per l’aria medicinale attualmente garantita dalla presenza di compressori in luogo dell’azoto, il quale miscelato con l’ossigeno garantirebbe invece una corretta e qualitativamente migliore erogazione. Il comando provinciale dei vigili del fuoco dell’Aquila ha trasmesso la prescrizione inerente al serbatoio criogenico dell’ossigeno liquido che deve essere installato a distanza non inferiore a 15 metri dal fabbricato destinato a isola tecnologica del gas medicale. Il nuovo corpo di fabbrica, appena ultimato, necessita di un potenziamento dell’impianto di distribuzione dell’ossigeno come desumibile dai dati del progetto e dall’analisi dei consumi presunti. Per questi motivi oggi l’ospedale di Sulmona, come se certe cose non si sapessero da prima, necessita di nuovi investimenti per l’installazione di due serbatoi criogenici per l’ossigeno liquido ed uno per l’azoto liquido. E così con un colpo di spazzola vengono affidati lavori di realizzazione di una platea in cemento armato e predisposizioni impiantistiche per l’installazione di serbatoi di ossigeno e azoto nel presidio ospedaliero di Sulmona per un importo complessivo netto di circa 123mila euro. Ci piacerebbe sapere se siamo di fronte ad un errore di progettazione o se, nonostante la diminuzione della popolazione, siano aumentate le necessità sanitarie.

Avv. Catia Puglielli

 

252 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com