CONDIZIONI PRECARIE DI PALAZZO PRETORIO, LA LEGA CHIEDE L’INTERVENTO DI VIGILI DEL FUOCO E ASL

Le impalcature e le protezioni installate a Palazzo Pretorio lungo corso Ovidio sono a norma? A chiederlo è il coordinamento cittadino della Lega che invoca l’intervento dei vigili del fuoco e della Asl in considerazione della “visibile precarietà e instabilità”. Viene chiesto inoltre se le autorità preposte abbiamo mai effettuato delle verifiche. La Lega definisce Palazzo Pretorio come un monumento da dedicare all’amministrazione Casini. Ad oggi – si legge in una nota – i risultati, tutti fallimentari, sono che Palazzo Pretorio non è stato ristrutturato e le sue precarie condizioni, unitamente alle improvvisate impalcature costituiscono un quotidiano grave pericolo per i cittadini, i soldi spesi per la progettazione della sua ristrutturazione sono andati persi e palazzo San Francesco non è stato messo in sicurezza”. Il coordinamento della Lega di Sulmona ricorda che Palazzo Pretorio nel 2017 era pronto per essere ristrutturato e che l’amministrazione comunale aveva sostenuto i costi per il suo progetto definitivo ed esecutivo e aveva già a disposizione fondi per circa 2milioni di euro: “Di fatto, si sarebbe dovuto procedere solo a indire la gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori, che oggi sarebbero sicuramente terminati. Il Comune ha inspiegabilmente preferito adottare la delibera del 15 febbraio 2017 con la quale ha sottratto i fondi disponibili all’unico intervento su un palazzo pubblico, per destinarli, in modo tra l’altro inefficace e dispersivo, alla messa in sicurezza di Palazzo San Francesco, che però avrebbe richiesto ben altre risorse”.

56 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com