DIRIGENZA MEDICA OSPEDALE SULMONA: CHE FINE HANNO FATTO LE PROVE SELETTIVE?

Il 31 dicembre scorso è cessato l’incarico temporaneo ex articolo 18 del CCNL della dirigenza medica (8 giugno 2000) presso l’UOC della direzione medica del presidio ospedaliero di Sulmona conferito al dottor Di Biase con delibera 894 del 26 maggio 2015. Dopo le diverse proroghe effettuate dalla Asl 1, ad oggi sui canali pubblici ufficiali non risultano nuovi incarichi né ulteriori proroghe. Forse si sono concluse le famose prove selettive di cui tanto si è parlato nelle delibere che si sono susseguite negli anni? In base agli atti vigenti, e salvo errori, la sostituzione di un dirigente è consentita per il tempo strettamente necessario ad espletare le procedure di cui al DPR 483 e 484 del 1997 ovvero dell’articolo 17-bis del decreto legislativo 502 del 1992. In tal caso l’incarico può durare sei mesi prorogabili fino a dodici. Ma veniamo ai fatti. La delibera 894/2015 disponeva di stabilire che l’incarico al dottor Di Biase si intendeva conferito a decorrere dal 1 gennaio 2015 nelle more delle procedure previste dalla normativa vigente per la copertura del posto di direttore della UOC direzione medica del presidio ospedaliero di Sulmona e comunque per un periodo massimo di un anno. Nel 2016, rilevate la necessità di garantire la prosecuzione dell’attività e la governabilità della struttura, sempre in attesa delle procedure selettive previste dalla normativa, veniva prorogato il già officiato incarico di sostituzione per un ulteriore altro anno.  Stessa dinamica veniva attuata per gli anni successivi. Alla luce di quanto sopra viene spontaneo chiederci se le procedure selettive siano state mai avviate. Ciò che è certo è che non si sono mai concluse…a noi l’auspicio che questa nostra osservazione possa essere oggetto di una specifica interrogazione.

Avv. Catia Puglielli

393 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com