BANDO PER LE POLITICHE GIOVANILI IN RITARDO, I 5 STELLE CRITICANO IL COMUNE

“E’ con grande amarezza che ci troviamo ancora una volta a contestare all’amministrazione comunale la mancata programmazione, la assoluta superficialità e infine la fretta di questi giorni nell’annunciare progetti dovuta non tanto a una sensibilità politica e sociale fin qui scarsamente o mai manifestata sull’argomento, quanto a coprire anni di immobilismo in vista della fine legislatura”. E’ quanto affermano Angelo D’Aloisio, coordinatore del Movimento 5 Stelle, e gli attivisti pentastellati che contestano al Comune di Sulmona i ritardi sul bando promosso dall’Anci “Fermenti in Comune”, presentato ieri con scadenza 48 ore. I 5 Stelle fanno notare che l’Anci ha emanato il bando lo scorso 17 dicembre. “Vista la complessità del bando – proseguono D’Aloisio e gli attivisti – crediamo che sia materialmente impossibile per un’associazione redarre un progetto di idee su uguaglianza di genere, inclusione e partecipazione, formazione e cultura, spazi, ambiente e territorio, autonomia, welfare, benessere e salute. Vorremmo avere una risposta sulla causa di questo ritardo, almeno che il metodo utilizzato dell’annuncio a 48 ore di scadenza del bando stesso non sia una volontà politica, ma questo sarebbe un altro discorso. Crediamo che una politica giovanile della nostra città debba essere basata sulla fruizione di spazi pubblici, sportelli dedicati all’informa giovani, corsi gratuiti di arte. Attività pubbliche alla base di una politica giovanile attenta alle esigenze dei ragazzi ma che con questa amministrazione sono scomparse. Crediamo che una attenta, seria e programmata politica giovanile, svolta assieme alle associazioni del territorio sia parte, se non la soluzione, al disagio giovanile in città che spesso sfocia in atti vandalici, bullismo, droga e alcolismo”.

46 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com