LA MASCHERINA D’ARGENTO MIETE CONSENSI ANCHE IN DIGITALE

È stato un carnevale virtuale quello proposto per la 53esima edizione della Mascherina d’Argento che, tradizione irrinunciabile del Meridione, rompe con il passato e guarda al futuro, mettendo in collegamento digitale tutti i partecipanti alla rinomata kermesse con i più piccoli che hanno sfilato al sicuro, da casa, per regalare momenti di serenità anche agli adulti. Sono stati cinquanta i bambini, di età compresa dai 3 ai 10 anni, che da tutta Italia hanno partecipato a questa speciale edizione del premio, dalle proprie abitazioni, come assoluti protagonisti della Mascherina d’Argento quest’anno proposta in diretta streaming, in attesa di tempi migliori per tornare al teatro Maria Caniglia di Sulmona, classica location dell’evento. A vincere questa 53esima edizione è il giovanissimo Jordan Ludovico 9 anni, originario di Termoli travestito da Ovidio, poeta latino celebrato e studiato nei licei di tutto il mondo che ha dato lustro alla città di Sulmona, in provincia dell’Aquila. A rendere grande questo appuntamento con il carnevale 2021 l’impegno degli organizzatori e l’incredibile forza di volontà del direttore artistico della manifestazione, Ivan Antonio Giampietro e dell’autrice Sabrina Mascio. La storica iniziativa è il fiore all’occhiello delle blasonate kermesse realizzate dalla Venus Entertainment, rinomata per le sfilate di moda e i concorsi di bellezza a cui dà un tocco di classe e di originalità la presentazione impeccabile di Luca Di Nicola, speaker di origine marsicana. Anche i più piccoli hanno voluto scherzare e prendere un po’ in giro i politici italiani con travestimenti, battute di spirito, fantasia, sorrisi e un pizzico d’ilarità. Canti, balli e spettacoli colorato hanno fatto da cornice ai costumi allentando la tensione di questo periodo. Sulla rete sono sfilate maschere di tutti i tipi, con tanto spazio alle favole, ai personaggi dei cartoni animati, alle mascherine classiche come Arlecchino e Superman. Sono ritornati in auge i camici bianchi, i costumi di medici e infermieri per celebrare i veri eroi dei nostri tempi, a contorno poi non sono mancati travestimenti davvero originali come il costume da confezione di Amuchina. Il gel disinfettante che, da un anno ormai, accompagna la vita quotidiana di ogni famiglia. In collegamento sono arrivati i saluti del sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, quelli da Milano della show girl Francesca Cipriani e di tanti, tantissimi altri ospiti. A patrocinare la Mascherina d’Argento sono stati i Comuni di Sulmona e Pescara e la Fondazione Carispaq. A premiare le mascherine sono stati i componenti della giuria guidata da Domenico Taglieri, presidente della Fondazione Carispaq. Tra i giudici il conduttore di Linea Verde Beppe Convertini, la show girl Cipriani madrina dell’evento, Antony Peth conduttore televisivo per La7 del programma Gusto, Manuela Cozzi assessore comunale di Sulmona e Maria Rita Paoni Saccone assessore del comune di Pescara, l’imprenditore Pasquale Di Toro, il giornalista Andrea D’Aurelio, la dottoressa Tiziana Sarrocco ovvero la maga del sorriso, la stilista Cinzia Cinotti, l’imprenditrice Cinzia Di Gesualdo e i vincitori delle precedenti tre edizioni della Mascherina d’Argento: Vittoria Mascio, Lorenzo Di Massimo e Alessandra Carugno. La Mascherina D’Argento riserva spazio ed attenzione alla solidarietà. Quest’anno è stata sostenuta l’associazione Italiana studio osteosarcoma (Aios) che sostiene da 16 anni la ricerca per contrastare un tumore che colpisce soprattutto i giovanissimi. Nel 2013 l’associazione ha ricevuto il Premio nazionale per la ricerca. E se si parla di solidarietà e aiuto non può mancare l’altruismo di Pasquale Di Toro, l’imprenditore edile che ha messo a disposizione sé stesso e i mezzi dei suoi cantieri correndo in aiuto delle popolazioni terremotate, dell’Aquila e di Amatrice, e di altre comunità colpite da eventi tragici. L’imprenditore, come delegato dell’Associazione culturale internazionale, ha consegnato virtualmente una targa a Francesca Maddalena Terracciano, presidente e fondatrice dell’Aisos. I partecipanti al premio sono stati tutti premiati con un dono spedito dal corriere Gls. A vincere sono stati, oltre a Jordan Ludovico 9 anni, travestito da Ovidio, i costumi dell’uomo di Latta del Mago di Oz interpretato da Marco Centofanti 7 anni di Sulmona (L’Aquila), l’Arlecchino di Simone Giurastante di 4 anni di Ortona (Chieti), Viola Maria D’Artista 8 anni di Salerno travestita da Amuchina, l’Arcobaleno di Veronica De Panfilis 9 anni di Sulmona, Federico Franzese 10 anni romano con il costume Tommy Thayer dei kiss ed Emilia Colabianchi 4 anni di Pratola Peligna travestita da Contadina. Non sono mancati i ringraziamenti ai genitori dei partecipanti che si sono impegnati davvero molto per realizzare i costumi. “Siamo felici – afferma il patron della manifestazione Ivan Giampietro – di essere riusciti ad organizzare questa edizione straordinaria, ma complessa per donare ai nostri bimbi un po’ di meritata spensieratezza. Ringrazio quanti ci sono stati accanto contribuendo alla buona riuscita dell’iniziativa”. Giampietro rinnova l’appuntamento nel 2022 per la 54esima edizione dell’evento.

81 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com