AL DI LA’ DELLA POLITICA, CONTRO GEROSOLIMO

La campagna elettorale è giunta al termine, dopo i comizi di chiusura di Liberamente Sulmona e di Sulmona Protagonista. Quest’ultima, orfana del suo candidato che ha deciso di non partecipare in prima persona al ballottaggio dopo il vilipendio subito al primo turno, si è presentata, sorprendentemente unita e compatta, a sostegno di Gerosolimo, dimostrando che la progettualità messa in campo va al di là dei tanto decantati tatticismi. Liberamente Sulmona è scesa nella piazza maggiore della città, dove tra i sostenitori di Di Piero vi erano esponenti disparati e disperati della destra cittadina. In primis, il candidato sindaco Vittorio Masci, candidato in pectore di Lega e Fratelli di Italia che, folgorato in un sera fredda di ottobre, ha scelto, senza motivazione politica alcuna ma secondo la logica del tutti contro uno, di avviare la rivoluzione di ottobre che lo trasla nella sinistra pura della città. Come non citare poi la quasi senatrice Antonella Di Nino, gli esponenti di CasaPound sulmonesi, Gianni Cirillo ex assessore della giunta Federico, Luigi La Civita ex leader di Forza Italia, tutti insieme appassionatamente sotto il palco per applaudire la panacea di tutti i mali, Gianfranco di Piero, neanche fosse il remake del film di Wise. Come avevamo già riferito su questa testata esiste un accordo, oramai non troppo silente, anzi del tutto manifesto tra sinistra e destra finalizzato a distruggere Andrea Gerosolimo ed il gruppo civico di cui è leader. Difatti, Di Piero con enorme e spassionata disinvoltura, dalle passerelle con Letta, Conte e i vari esponenti del Pd e Cinque Stelle ha teso la mano, dal palco, a Vittorio Masci prefigurando un’alleanza per il presunto perseguimento del “bene comune” per la città di Sulmona. La coalizione Liberamente Sulmona che, stando alle dichiarazioni del suo candidato sindaco, non ha leader ha sfoggiato poi sul palco il meglio dell’opposizione possibile ad Andrea Gerosolimo, ovvero il sindaco di Pacentro Guido Angelilli. Una coalizione pertanto libera di puntare il dito, di accusare e di diffondere la cultura del sospetto tanto intrisa, oramai, nel pensiero comune cittadino. Il competitor di Liberamente Sulmona, alludendo al suo ex assessore prezzano, ha citato Sant’Agostino asserendo che “l’umiltà uccide la superbia”, anche se lo stesso filosofo d’Ippona diceva anche che la “simulazione dell’umiltà è peggiore della superbia”. Certo è che la virtù dell’umiltà risulta essere difficile da riscontrare tra i vari soloni presenti sul palco a fine comizio.

2.619 letture

6 commenti su “AL DI LA’ DELLA POLITICA, CONTRO GEROSOLIMO

  1. Buongiorno a tutti … riflessione di un uomo di CENTRODESTRA … un giorno ritengo molto vicino GEROSOLIMO potrebbe essere un nostro ALLEATO …. invece sono certo che per i SINISTRI noi di CENTRODESTRA saremo sempre i NEMICI

    4
    6
    1. Ciao Donato, al momento è accaduto il contrario, cioè molti elettori di centrodestra nelle liste di Andrea che hanno fatto la differenza. Andrea che passa a dx mi8 sembrerebbe la solita passeggiata da una parte all’altra che disorienta e disgusta l’elettore medio

      0
      0
  2. Questo articolo rappresenta una chiara e distinta voglia di salvare il salvabile. Inizialmente, questa campagna elettorale sembrava essere già definita. Oggi, 16 ottobre 2021, il risultato manifestatosi dalle votazioni del primo turno ribalta quelle che erano le aspettative di circa 3 mesi fa. Questa vittoria schiacciante del centro-sinistra rappresenta una voglia di distaccarsi da quella che è una politica “marcia” ed “inefficace”, che ha caratterizzato l’amministrazione casini per oltre 5 anni. Questa politica, che avrebbe dovuto rispecchiare un’eventuale amministrazione capeggiata dal leader di Sulmonaprotagonista, è caratterizzata da vacuità e mancanza di idee concrete per una Vera ripartenza della città di Sulmona. (Basti pensare alla storiella dei famosi 300.000 turisti, che avrebbero dovuto rigenerare economicamente Sulmona.) Ad una persona ingenua darebbe fastidio leggere nomi di persone messe alla “gogna” solo per essersi recate Liberamente ad un comizio politico, ma ad una persona intelligente questo comportamento giornalistico esplicitamente di “parte” provocherebbe solo riso ed una dolce amarezza. Questa città prima di essere ristrutturata politicamente dovrebbe essere rimodellata eticamente.

    Ps: ” E mic è facil !!!!”

    11
    5
  3. Diretore non ci faccia più ingenui di quello che siamo! ( parlo di tutti noi elettori ).
    Le assicuro che anche chi andrà a votare Di Piero, non lo farà convinto di eleggere uno statista o un entourage di “verginelle”! Probabilmente ci si orienta, al solito, nello scegliere il minore dei mali possibili… Se davvero vuole perorare la causa di Gerosolimo ( liberissimo ed onorevole ) cominci con l’aiutarci a fare chiarezza :
    Chi e dove, ai danni di Gerosolimo, ha compiuto ( parole sue ) “…il vilipendio subito al primo turno…” ?!?
    Le faccio anche notare che la “piazza” mi riferisce di presunti COMMENTI postati sul suo giornale e mai ,da LEI, pubblicati… nel ricordarle che a buon diritto deve cancellare evidenti offese e dichiarazioni palesemente infondate ,se ciò corrispondesse a verità, oltre all’evidente carenza etica ,starebbe remando contro se stesso nel fare, inevitabilmente, rotta verso la chiusura di SULMONAOGGI.

    13
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *