UOMO SEQUESTRATO IN UN CASOLARE, A PROCESSO UNA SULMONESE DI 40 ANNI

Sequestra un uomo per quattro giorni in un casolare. Con quest’accusa una donna di Sulmona, M.D.M. di 40 anni, finisce a processo. È l’incredibile storia che vede protagonisti un pastore e la sua aguzzina, finita oggi davanti al giudice per le udienze preliminari Marta Sarnelli, che dopo aver ascoltato le parti ha rinviato a giudizio la 40enne. Le pesanti accuse sono quelle di sequestro di persona, violenza privata e omissione di soccorso. La donna avrebbe sequestrato l’uomo in un casolare alla periferia di Sulmona per quattro giorni per poi caricarlo nel cofano di una Peugeot 205 e liberarlo nei pressi di un fiume. La prima udienza del processo è stata fissata al 26 marzo del prossimo anno davanti al tribunale di Sulmona riunito in seduta collegiale. Secondo le accuse contenute nel capo di imputazione c’erano vecchi contrasti legati all’adozione di un bambino, sfociati nella decisione della donna di tenere sotto sequestro l’uomo. Mentre secondo il difensore dell’imputata, l’avvocato Alessandro Rotolo, si sarebbe inventato tutto  proprio per vendicarsi dell’imputata.

588 letture

Un Commento su “UOMO SEQUESTRATO IN UN CASOLARE, A PROCESSO UNA SULMONESE DI 40 ANNI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com