SULMONA CITTA’ DELLA PALLA OVALE

Far crescere nel territorio il movimento rugbistico partendo dalla base e valorizzando i giovani. Ciò significa attrezzare e disporre un’intera organizzazione attorno ai principi solidi e condivisi, capaci di essere trasmessi a tutti i tesserati. E’ questo l’impegno del Sulmona Rugby 1967 per infondere i valori della società e dello sport a tutti coloro che si avvicinano a questa disciplina. Un percorso di crescita che la storica società sulmonese porta avanti da diversi anni. Estendendo lo sguardo, si intuisce come il progetto del Sulmona Rugby è incentrato al mantenimento di un buon settore giovanile. Nell’agenda societaria sono tanti gli obiettivi virtuosi che segnano il percorso da seguire: riuscire ad avere squadre sia maschili che femminili da far giocare nella struttura in località Incoronata, per creare una “città della palla ovale” come punto di riferimento per il centro Abruzzo.

Tanto entusiasmo negli allenamenti serali da parte della squadra maschile under 19 e di quella femminile che rendono soddisfatto il presidente Mauro Ranalli. “Quest’anno c’è molto entusiasmo sia da parte delle ragazze che dei ragazzi”, dichiara Ranalli, “sono tutti contenti e questo ci lascia ben sperare per il futuro”.
Mauro Ranalli
Le squadre si preparano all’imminente inizio della stagione agonistica. Nel prossimo mese di novembre partirà il campionato della formazione under 19 maschile che, inserita nel girone Abruzzo-Marche, ripeterà l’esperienza dell’unione con il Chieti. “Speriamo di affrontare una stagione positiva”, afferma il capitano dell’under 19 Alessio Colamarino, “ci alleniamo costantemente sperando anche nell’arrivo di altri nuovi ragazzi e attendiamo l’inizio dei campionati. Siamo concentrati e faremo il meglio possibile per toglierci belle soddisfazioni, facendo prevalere sempre lo spirito di gruppo”.
Alessio Colamarino
Stesso entusiasmo tra le ragazze allenate da Giuliano Bianchimani. La squadra seniores si prepara per la Coppa Italia, in programma a dicembre. “Siamo un gruppo unito e coeso e molto affiatato”, spiega il capitano Bleona Pireci, “sono queste le caratteristiche fondamentali del rugby che ci aiutano a giocare bene e soprattutto a divertirci”.
Bleona Pireci
A scendere in campo sarà anche la squadra femminile under 17 che comincerà sempre nel mese di dicembre il proprio campionato. Alle formazioni giovanili e femminili, si aggiunge quest’anno anche la prima squadra che tornerà in campo dopo l’assenza degli ultimi anni a causa della pandemia. E’ stata iscritta al prossimo campionato di serie C2, come unica abruzzese, e sarà composta dagli elementi dell’under 19 e non solo. A guidarla sarà Mauro Ranalli. “Siamo riusciti a colmare questa lacuna grazie all’impegno dei ragazzi dell’under 19. Inoltre siamo riusciti a recuperare diversi giocatori anziani che mi hanno chiesto di ricreare una prima squadra”, annuncia il presidente Ranalli, “non abbiamo grosse ambizioni ma l’importante è stato quello di ricreare a Sulmona un gruppo ed un movimento rugbistico di prima fascia”. Di notevole rilevanza anche le attività del minirugby che vengono costantemente seguite da Bleona Pireci, Sara Scuderi e Alessio Colamarino. In generale un movimento di un centinaio di tesserati che coinvolge tutte le generazioni rugbistiche territoriali.
Il Sulmona Rugby porta questi valori anche nelle scuole medie cittadine con un progetto che culminerà con un torneo riservato alle Capograssi, Ovidio e Serafini, in programma la mattina di domenica 6 novembre al campo dell’Incoronata. In preparazione al torneo, ai ragazzi delle scuole è stato fatto conoscere lo sport del rugby con incontri sul campo. “Inizialmente erano un po’ timorosi perché per loro si trattava di una nuova disciplina, ma quando sono entrati in campo si sono divertiti tantissimo”, racconta Bleona Pireci, “sono state esperienze bellissime”. Oltre al torneo scolastico nella città di Sulmona, in calendario ci sono il 13 novembre l’Open Day femminile ed il 4 dicembre il Festival del Rugby a Castel di Sangro con squadre formate da studenti degli istituti superiori del centro altosangrino. Progetti, non utopie, da costruire e condividere anche con lo staff tecnico, che avrà la possibilità di arricchire il proprio bagaglio grazie all’accordo di collaborazione con le Fiamme Oro di Roma. A Sulmona ci sarà la visita degli allenatori delle Fiamme Oro e, a loro volta, i tecnici sulmonesi si recheranno nel quartier generale romano per apprendere metodologie professionistiche da mettere in campo. Una grande squadra quella del Sulmona Rugby che si avvale anche del supporto del direttore sportivo, Giovanni Forcucci, del dirigente, Pietro Orsini, e del medico sociale, Laura Pelino, tutti uniti per la stessa maglia fatta di sostanza, realtà, presente e futuro.
376 letture

Un Commento su “SULMONA CITTA’ DELLA PALLA OVALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com