Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Rai, la drastica decisione dei vertici: cambio improvviso del palinsesto invernale

Arriva la decisione definitiva su uno dei programmi Rai più discussi dell’attuale palinsesto televisivo invernale: cosa cambia.

Sembrava ormai solo questione di tempo e in queste ore è giunta la conferma: la programmazione Rai sta per cambiare a causa della chiusura anticipata di uno dei suoi talk. La trasmissione chiuderà i battenti molto prima del previsto, dal momento che l’intenzione era di protrarlo fino a maggio dell’anno prossimo.

Rai programmi modifiche palinsesto
Rai, arriva la decisione ufficiale: cambia palinsesto invernale – Ansa (SulmonaOggi.it)

A determinare la drastica scelta non sarebbero stati solamente gli ascolti deludenti (2 e il 3 per cento di share in media totalizzati per uno show trasmesso in prima serata), bensì anche i costi esorbitanti di ciascuna puntata ossia 200mila euro. Senza contare poi la rinuncia del capoprogSebbene al timone vi fosse un personaggio amatissimo del piccolo schermo, reduce da alcuni notevoli successi, ciò a quanto pare non è bastato ad indurre i vertici a continuare a mandarlo in onda.

Addio al controverso programma Rai: dopo le polemiche arriva lo stop definitivo

In questi primi mesi di messa in onda nella fascia del prime time, non erano mancate le critiche a vari aspetti del progetto di Rai 2. Parliamo di Avanti popolo, talk show condotto da Nunzia De Girolamo il martedì sera al posto di Cartabianca di Bianca Berlinguer. Dopo il successo di Ciao Maschio (al quale l’ex ministra potrebbe ritornare, sempre di sabato in seconda serata) e la recente esperienza al timone di Estate in diretta insieme a Gianluca Semprini, stavolta le cose non sono andate come previsto.

Rai decisione definitiva
Rai, la drastica decisione dei dirigenti: cambio improvviso della programmazione invernale – Credits: Ig @larepubblica (SulmonaOggi.it)

La prima critica mossa alla conduttrice riguarda gli ospiti scelti per le interviste: prima suo marito Francesco Boccia che, dato il suo ruolo in politica non è stato ritenuto idoneo ad un contesto del genere. Poi c’è stato Fabrizio Corona con le sue rivelazioni scottanti e, ancora, la ragazza vittima dello stupro a Palermo che questa estate ha inorridito l’intero Paese.

Avanti Popolo ignora doveri Servizio pubblico – si leggeva nel comunicato congiunto delle Commissioni Pari Opportunità Rai e Usigrai – Nell’intervista ad Asia, vittima del branco, De Girolamo non risparmia di rivivere nei minimi dettagli il trauma subito. Trasmissione in contrasto con policy di genere approvate da Cda”.

Se per Che sarà con Serena Bortone sembra esserci una rimonta, Avanti popolo ha continuato ad annaspare fino a che la decisione di Viale Mazzini non è arrivata una volta per tutte.

Impostazioni privacy