Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Bonus tredicesima: la data di accredito e l’importo esatto

Il bonus tredicesima per la mensilità aggiuntiva di dicembre ha data di accredito precisa e ognuno può stimare quanto spetta.

Viene erogata annualmente dalle aziende, sia di tipo pubblico che privato, e coincide con il periodo natalizio. È sostanziale per fornire un aiuto economico aggiuntivo proprio nelle festività, quindi la sua cadenza non è casuale.

tredicesima accredito
Tredicesima lavoro (sulmonaoggi.it)

Questo bonus non è uguale per tutti, differisce in base alla propria posizione e quindi allo stipendio percepito e ha anche date di accredito che variano e non sempre sono uguali per la stessa azienda. Quindi è importante capire cosa e quanto aspettarsi.

Bonus tredicesima: quanto spetta e quando

La tredicesima mensilità corrisponde, come si evince dal nome, ad uno stipendio aggiuntivo oltre quello dei 12 mesi, è come la quattordicesima che viene erogata in estate. Quindi si tratta di una somma dello stesso tipo che si può evincere in base al proprio reddito. Tutti i lavoratori che hanno un contratto di lavoro hanno diritto alla tredicesima, anche statali e pensionati.

tredicesima bonus
Bonus sulla tredicesima, quanto spetta (sulmonaoggi.it)

Viene però dato in base ai mesi lavorati quindi se un lavoratore non ha svolto il suo lavoro in quell’azienda per 12 mesi ma è assunto da meno tempo, non avrà la stessa cifra di chi è impiegato da un anno intero ma meno. Ne hanno diritto lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, lavoratori dipendenti a tempo determinato, lavoratori part time, apprendisti, stagionali, domestici, pensionati. Non ne hanno diritto disoccupati che percepiscono la NASPI, autonomi e partite IVA, subordinati, stagisti, tirocinanti, collaboratori a progetto, occasionali.

Tendenzialmente viene erogata a dicembre, qualcuno lo fa direttamente con lo stipendio del mese e qualcuno in una data diversa. Si accumula comunque sempre in relazione all’orario di lavoro e in modo relativo quindi un part time con 20 ore a settimana, matura il 50% di quanto previsto dal contratto collettivo, con 30 ore invece il 75%. Per questo bisogna fare un conteggio perché la cifra differisce in base alla propria posizione. L’importo lordo si ottiene andando a calcolare una mensilità, in altri casi specifici è un forfettario (per alcune categorie di lavoratori).

Pur essendo garantita a tutti, ha comunque delle specificità che possono determinare delle variazioni in corso d’opera, come per il licenziamento. Quindi ci sono tantissime sfaccettature diverse da considerare. Questo è da chiarire perché le varie differenze spesso portano lavoratori che sono insieme nello stesso posto a ricevere somme diverse e chiedersi quindi per quale motivo ciò accada.

Impostazioni privacy