Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Ikea, l’asta da cifre assurde: tanti pezzi a cifre da capogiro

L’iniziativa di Ikea, che ha deciso di mettere all’asta alcuni suoi pezzi storici e da collezione, venduti a cifre incredibili. Di cosa si tratta.

Il colosso svedese dell’arredamento Ikea ha deciso di mettere all’asta numerosi suoi pezzi storici e da collezione, a un prezzo incredibile. Una decisione che ha stupito molti e fatto storcere il naso ad altri. Come è possibile, si sono chiesti, che mobili ed elementi di arredamento low cost e non di eccelsa qualità come quelli di Ikea siano andati a una vendita all’asta? Come accade per gli oggetti d’arte e i preziosi.

ikea asta
Ikea, l’asta da cifre assurde: tanti pezzi a bassissimo costo – Sulmonaoggi.it

A tutto questo c’è una spiegazione: anche Ikea, infatti, ha avuto pezzi di arredamento originali e firmati da famosi designer. Qui sta il loro valore e il successo dell’asta, che si è tenuta a Stoccolma.

Di seguito scopriamo tutti i dettagli della vendita all’asta di pezzi storici e da collezione di Ikea. Ecco cos è successo e come si è svolta l’asta

Ikea, l’asta con tanti pezzi storici

Nell’asta degli oggetti prodotti da Ikea che si è svolta nei giorni scorsi a Stoccolma, il colosso svedese ha messo in vendita 122 suoi pezzi storici, che sono stati venduti ai migliori offerenti, a prezzi decisamente elevati. La vendita è avvenuta presso una prestigiosa casa d’aste della capitale svedese, dove solitamente vengono messi all’asta oggetti di tutt’altro genere. Insomma, mobili Ikea venduti come oggetti d’arte o di antiquariato. Dall’asta, Ikea ha guadagnato ben 40mila euro, che per 122 pezzi possono sembrare pochi, se si considera un’asta d’arte, ma che per i mobili e oggetti Ikea non sono affatto pochi, anzi.

ikea asta
Tazza Ikea – Sulmonaoggi.it

Tra i 122 oggetti Ikea venduti all’asta ci sono un divano tubolare, una cassettiera laccata e numerose lampade dal design spaziale, che sono stati esposti nelle sale della casa d’aste insieme ad altri oggetti vintage degli anni ’50 e ’90. Gli oggetti e mobili Ikea erano chiaramente distinguibili e hanno portato un tocco di modernità e di originalità all’asta.

Nonostante qualche inevitabile polemica, il responsabile dalla casa d’aste di Stoccolma, Li Pamp, ha dichiarato che anche tra i prodotti Ikea ci sono degli oggetti che si distinguono. Ha ricordato che “molti designer famosi a un certo punto della loro carriera sono stati coinvolti in Ikea. E per molti, Ikea è stato il punto di partenza della loro carriera”.

Dunque, anche i mobili e gli oggetti di arredamento low cost dal design accessibile a tutti possono essere belli, eleganti e innovativi, diventando un giorno pezzi da collezione contesi in un’asta prestigiosa. Il consiglio è di conservare con cura i vostri mobili Ikea, In futuro chissà che non possiate venderli all’asta e ricevere un bel gruzzolo.

Impostazioni privacy