Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

“Non mangiatelo”, allarme aflatossina: il prodotto (comunissimo) ritirato dai supermercati

Scatta l’allerta del Ministero della Salute per un alimento che è tipico delle feste e che probabilmente tutti hanno acquistato.

Al supermercato in questi giorni ce ne sono di vari marchi e tra questi sono stati trovate confezioni di alimenti contaminati da aflatossina B1, una varietà di funghi altamente pericolosa per l’uomo, addirittura potenzialmente cancerogena.

richiamo alimentare allerta supermercato
Il Ministero della Salute ha emesso un’allerta per alimenti contaminati – Sulmonaoggi.it

Parliamo dei fichi secchi, delizie che fanno parte della cultura culinaria del nostro Paese, e che di solito si acquistano per Natale o per il Cenone di Capodanno. Il marchio in questione è piuttosto famoso e duole anche constatare che ormai di prodotti italiani al 100% non ce ne sono quasi più.

Chi è attento e legge le etichette avrà notato che – sempre parlando di fichi secchi confezionati – tutti i brand vendono fichi provenienti dalla Turchia, o da altri Paesi esteri, che come sappiamo non hanno regole come le nostre riguardo alla sicurezza alimentare.

Fichi secchi contaminati, ecco la marca e i Lotti pericolosi, cosa fare se li abbiamo acquistati

Il Ministero della Salute ha diffuso le informazioni circa un lotto di fichi secchi che non va consumato, a causa del rischio microbiologico dato dalla possibile presenza di aflatossina B1.

fichi secchi richiamo alimentare
I fichi secchi richiamati e ritirati dai supermercati – Sulmonaoggi.it – Fonte: sito Ministero della Salute

Chi riconosce tipologia di prodotto, marca e lotto, è invitato a non consumarlo e a restituirlo al punto vendita. Quando c’è un’allerta alimentare spetta il rimborso, anche senza presentare lo scontrino. Ecco le specifiche del lotto ritirato:

  • Fichi giganti a marchio “Ventura” – confezioni da 300 grammi – ragione sociale dell’Osa: MADI VENTURA S.p.A. – nome del produttore: Osman AKÇA A.Ş – lotto di produzione: 350020356/2-11-795-23 – sede dello stabilimento: Çarş Mah. Osman Akça Sok. No:41Köşk, Aydn 09570 (Turchia). La data di scadenza o termine minimo di conservazione del prodotto è 06/2024.

Il motivo dei richiamo per rischio microbiologico, come indicato nel sito ufficiale del Ministero della Salute, è la presenza di Aflatossina B1“alla concentrazione di 12,9 ± 5,7 μg/kg in quantità superiore al valore previsto dal Reg. UE 2023/915 che è di 6,0 μg/kg”.

Ricordiamo che le aflatossine sono micotossine prodotte da funghi, che si sviluppano durante le procedure di coltura e/o lavorazione dei prodotti alimentari. Queste tossine sono note alla Medicina perché sono genotossiche e cancerogene. Non solo i fichi, ma molti altri alimenti sono contaminabili dalle micotossine, come ad esempio i cereali, le spezie, i semi di cacao e gli oli vegetali, che possono poi diventare ingredienti per altri sotto prodotti.

Dunque chi avesse acquistato le confezioni di fichi secchi sopra citate non deve consumarli e può recarsi al punto vendita per restituirle e ottenere un rimborso.

Impostazioni privacy