Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Mamme disoccupate: arriva il bonus, a quanto ammonta e come richiederlo

Arriva il bonus per mamme disoccupate. Ma a quanto ammonta e come richiederlo? Tutto quello che c’è da sapere. 

Buone notizie per le mamme disoccupate, arriva un sostegno finanziario per tutte coloro che aspettano un figlio o che ne hanno uno o più di uno e non godono dell’indennità di congedo di maternità. Si tratta di una misura volta ad aiutare chi possiede determinati requisiti sanciti ad hoc dal legislatore. Ma come richiederlo? È un periodo complicato dal punto di vista finanziario e lavorativo. In seguito alla crisi economica scaturita dal blocco delle attività a causa del covid e all’aumento dell’inflazione, tantissimi italiani versano purtroppo in uno stato di precarietà. Sono soprattutto le donne a risentire maggiormente di questa situazione.

Donna incinta al pc
Arriva il bonus per le mamme! sulmonaoggi.it

Molte di esse faticano a trovare una occupazione che possa consentire loro di vivere dignitosamente, soprattutto se hanno uno o più figli o sono in dolce attesa. Ma per tutte coloro che godono di presupposti di legge sanciti dalla normativa, è in arrivo il bonus. Conosciuto anche come assegno di maternità, viene erogato dai Comuni.

La misura economica è indirizzata alle donne residenti in Italia, incluse cittadine italiane o comunitarie, titolari di permesso di soggiorno, carta di soggiorno e a coloro che hanno adottato un bambino o lo hanno in affido. Per ricevere l’assegno è necessario che la madre non goda di alcuna copertura previdenziale.

Come fare la richiesta e come ottenere il bonus?

La richiesta per ricevere il bonus è subordinata alla verifica dell’esistenza di determinati requisiti. Possono cioè richiedere ed ottenere il bonus coloro che hanno un ISEE che non superi i 20.221,12€. L’assegno di maternità erogato dai Comuni viene elargito per cinque mesi ed è stato incrementato del 5,4%,

L’importo per il 2024 è dunque di 404 euro mensili, per un totale di 2.020 euro complessivi. L’istanza dell’assegno di maternità alternativo al congedo INPS va presentata al Comune competente entro 6 mesi dal parto, dall’adozione o dall’affidamento preadottivo.

Bonus Donna
Arriva il bonus per le mamme! sulmonaoggi.it

L’accredito avviene ad opera dell’INPS, in una soluzione mensile entro 45 giorni dalla trasmissione dei dati. Si tratta di un sostegno economico che ha aiutato molte famiglie. Il sostentamento dei più piccoli non è infatti semplice e talvolta i genitori, in particolar modo le madri, si sentono “abbandonate”, ecco perché tale sostegno è stato accolto con entusiasmo dalle destinatarie. Si ipotizza che saranno migliaia e migliaia le richieste da parte delle interessate e che il bonus sarà d’ausilio a tantissime persone che versano in uno stato di difficoltà.

Impostazioni privacy