Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Attenzione alla posizione dei surgelati nei supermercati: gli acquisti forzati rendono lo scontrino bollente

Posizione e presentazione dei surgelati nei supermercati sono studiate per stimolare un acquisto impulsivo e farci spendere di più. Aumenta il numero di consumatori che non hanno effettivamente bisogno dei prodotti e i supermercati si arricchiscono. 

Ci capita di entrare in un grande supermercato e venire attratti da un settore in particolare. Luci, colori, i surgelatori disposti orizzontalmente come una lussuosa bancarella moderna. Le confezioni dei surgelati sono super colorate, simpatiche e spiritose. Insomma, tutto ci spinge all’acquisto. La convenienza, la varietà e la praticità, dimostrano che sono indispensabili, così riempiamo il carrello mettendo dentro più prodotti di quanti ne servano. È psicologia, ma chi organizza i supermercati sa il fatto suo.

L’approccio di chi organizza i surgelati nei supermercati gioca un ruolo fondamentale nelle nostre decisioni di acquisto. Questo reparto è strategico. Se notiamo, i surgelatori vengono sistemati nelle aree di passaggio obbligato, tra i reparti, vicino alle casse. Si tratta di piccoli contenitori. Poi c’è un reparto completamente dedicato, grande e spazioso, che rappresenta una sorta di approdo. Quando ci arriviamo, la nostra spesa raggiunge un costo esorbitante. L’impatto visivo e la facilità di acquisto portano alla spesa impulsiva che per i consumatori è un grande danno economico.

Se non lo inseriamo nella lista non è importante

Attenzione alla posizione dei surgelati nei supermercati, secondo uno studio condotto nell’Università di Harvard influenzerebbe il comportamento dei consumatori. Tutto ciò che viene sistemato in zone visibili e accessibili lo fa e ci porta a spendere di più. Il reparto dei surgelati offre una varietà di prodotti considerevole e quando chi compra ha più opzioni, in genere, spende di più.

Anche la Cornell University ha fatto diversi studi in proposito. L’aumento della varietà dei prodotti innesca un meccanismo nella testa di chi fa la spesa che è davvero poco conveniente. Cosa fare? È assolutamente consigliato fare una lista e rispettarla. Per rendere questa contromossa produttiva proviamo a fare un giochino. Segniamo nella lista ciò di cui abbiamo bisogno e intendiamo comprare. Quindi alla fine della lista inseriamo una piccola linea e uno spazio vuoto. Si tratta di una sola opzione, se abbiamo dimenticato qualcosa e la vediamo dentro ai surgelatori, la possiamo comprare. Ma ci concediamo una sola dimenticanza. Non possiamo comprare nessun altro prodotto. Se abbiamo dimenticato qualcos’altro pazienza. Compreremo la prossima volta. Se abbiamo dimenticato un prodotto, d’altronde, non era così importante averlo.

Attenzione alla posizione dei surgelati nei supermercati

Chi fa la spesa cerca soluzioni rapide e convenienti, sia per la scelta del momento che per il pasto futuro. Facile da preparare, facile da consumare. La lunga conservazione dei surgelati aiuta, sono prodotti perfetti se abbiamo queste necessità. Le famiglie moderne sono molto impegnate, badano poco alla sostanza, la qualità del cibo, la freschezza, che richiede più lavoro ai fornelli. È basilare risparmiare tempo, spendendo di meno. Alla fine i conti non tornano mai.

Secondo un’indagine della National Retail Federation, oltre il 70% degli acquisti fatti nel reparto surgelati avviene per impulso. Perché non esiste una lista prestabilita. Su questo si basa chi organizza il supermercato che ha come imperativo quello di garantire varietà e quindi più opzioni. Un’altra contromossa a cui potremmo pensare è quella di andare a fare la spesa non una volta a settimana ma due. In compagnia della lista naturalmente. Invece di prendere il carrello grande di metallo, prendiamo il carrellino di plastica più piccolo e conveniente. Meno prodotti possiamo portarci dietro e minore sarà l’importo della spesa. Specialmente se parliamo di surgelati. Basta davvero poco per difenderci, riflettiamoci con attenzione.

Impostazioni privacy