Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Tutti i segreti della compravendita delle case con la nuda proprietà, che sta riscuotendo un successo crescente

Scoprite come funziona la nuda proprietà e se questo tipo di compravendita è adatto alle vostre esigenze. Ecco i vantaggi e gli e svantaggi di questa forma di vendita e per chi è adatta.  

Stai pensando di acquistare o vendere un immobile ma non sai da dove cominciare? Hai mai sentito parlare della formula della nuda proprietà? In questo articolo ti spieghiamo come funziona, i suoi vantaggi e svantaggi e chi può essere interessato a questa forma di acquisto immobiliare. Ecco i segreti di questa forma di compravendita immobiliare che sta velocemente prendendo piede.

Tutti i segreti della compravendita con la nuda proprietà

La crescita delle famiglie con un solo componente, i single senza figli, renderà tra pochi anni diffusissima la formula della nuda proprietà. Vendendo la nuda proprietà di una casa, si perde la proprietà dell’immobile ma si ha il diritto di abitarlo o affittarlo. Questo grazie a un contratto di usufrutto che accompagna la vendita della casa con la formula della nuda proprietà.
Ovviamente vale esattamente l’inverso per chi compra una nuda proprietà. Acquistando la nuda proprietà di un immobile, si diventa proprietari del bene ma non si ha il diritto di abitarlo o affittarlo. Questo diritto, detto appunto usufrutto, rimane in capo al venditore (o a un terzo soggetto) per un periodo di tempo determinato. Questo periodo può coincidere con la sua vita o con un periodo prestabilito. Solo alla scadenza dell’usufrutto, il nudo proprietario diventa pieno proprietario dell’immobile e può goderne appieno.

Vantaggi e svantaggi di questa formula di compravendita

Il principale vantaggio dell’acquisto di una nuda proprietà è il prezzo. Il valore dell’immobile è inferiore rispetto a quello di una piena proprietà, con sconti che possono variare dal 30% al 70%. Questo perché l’acquirente non può utilizzare l’immobile per un certo periodo. Il valore della nuda proprietà si basa su delle tabelle precise che fanno riferimento all’età del venditore dell’immobile. In genere maggiore è l’età di chi vende e minore è lo sconto.
Tuttavia, questa formula presenta anche degli svantaggi. Innanzitutto, l’investimento è illiquido. Non è possibile vendere la nuda proprietà prima della scadenza dell’usufrutto. Inoltre, l’usufruttuario ha il diritto di utilizzare l’immobile e di mantenerlo in buono stato, ma non è detto che lo faccia con la stessa cura che avrebbe un proprietario.

A chi conviene la nuda proprietà

Questa formula può essere interessante per diverse tipologie di acquirenti. Investitori a lungo termine che cercano un investimento con un potenziale ritorno elevato. Genitori che desiderano acquistare una casa per i figli. In questo caso il tempo dell’usufrutto corrisponderà al periodo di adolescenza e gioventù dei figli. Potrebbe essere la soluzione per persone che non hanno bisogno di abitare subito l’immobile. Ad esempio, vive in una grande città e per la pensione decide di trasferirsi in un altro luogo, magari in una località di mare. Ecco tutti i segreti della compravendita della nuda proprietà che occorre sapere. Questa formula può essere interessante per acquistare una casa a un prezzo vantaggioso. Tuttavia, è importante valutare attentamente i pro e i contro prima di investire in una casa con la nuda proprietà.

Approfondimento

Un giovane che decide di acquistare casa, oggi può contare anche su mutui della durata di 40 anni.

Impostazioni privacy