Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Prenderà 2.500 euro di Bonus sulla patente chi presenta prima possibile questa domanda al MIT

Dalle ore 12:00 del 4 marzo via al nuovo Bonus patenti. Una nuova misura che secondo l’obiettivo del Governo dovrebbe essere valida fino al 31 dicembre 2026, ma che, come vedremo, spinge gli interessati a fare tutto con sollecitudine.

Infatti, prenderà 2.500 euro di Bonus sulla patente chi prima possibile presenta la domanda al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Si tratta di una misura a dotazioni limitate, che lo Stato erogherà fino ad esaurimento risorse. Quindi, chi prima fa più possibilità avrà di ottenere questo nuovo Bonus. Ma di cosa si tratta e come funziona la misura?

Prenderà 2.500 euro di Bonus sulla patente chi presenta prima possibile questa domanda al MIT

“Anche per l’annualità 2024 sono disponibili risorse per richiedere il buono patente autotrasporto”, apre così la pagina relativa al Bonus patenti sul portale “patentiautotrasporto.mit.gov.it”. Si tratta della pagina utile a poter presentare domanda e su cui gli interessati dovranno necessariamente registrarsi. La piattaforma è stata aperta esattamente alle ore 12:00 del 4 marzo 2024, come da programma. Ed è una piattaforma abilitata direttamente dal MIT, ovvero dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Collegandosi al sito prima citato, si può ottenere un rimborso delle spese sostenute per il conseguimento delle patenti per autotrasporto. Una copertura fino a massimo 2.500 euro o, meglio, a copertura dell’80% della spesa sostenuta.

Voucher da spendere nelle autoscuole, ecco come fare

Si tratta in pratica di una agevolazione rivolta a chi è interessato ad entrare al lavoro nel settore dell’autotrasporto e di conseguenza ha necessità dei permessi per guidare mezzi diversi dalle auto o dalle moto. Il Bonus copre massimo l’80% della spesa che l’interessato deve sostenere per la formazione necessaria. Quindi, per il conseguimento delle relative abilitazioni professionali per la guida di mezzi destinati all’esercizio di attività di autotrasporto sia di persone che di merci. Il benefit può essere destinato sia ai cittadini italiani che comunitari. L’importante è avere una età massima non superiore a 35 anni. L’agevolazione non prevede erogazione di denaro contante, ma è sotto forma di voucher. Infatti, ai beneficiari verrà liquidato un buono da spendere presso le autoscuole. Ma solo presso strutture che hanno aderito all’iniziativa.
Come potranno verificare gli interessati che si collegheranno alla pagina, c’è l’area destinata ai beneficiari del Bonus e l’area destinata agli esercenti. Come dicevamo, il Bonus nasce fino ad esaurimento risorse e pertanto, sulla pagina del sito su cui bisogna registrarsi, ci saranno i contatori relativi ai voucher disponibili.

Impostazioni privacy