Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Ecco perché la pensione di un italiano in Albania vale di più e permette di lasciare il lavoro prima

L’esodo dei pensionati verso l’estero è scemato, almeno stando alle statistiche. Infatti con il venire meno delle regole di favore per i pensionati in diversi Stati esteri, il trend degli emigranti anziani è in calo.

Per esempio, in queste ore si sente parlare di vantaggi sulle tasse per i pensionati che si trasferiscono a San Marino. Nessun trasferimento a chilometri di distanza, perché per trovare condizioni migliori basta allontanarsi di poco dalla Riviera Romagnola. L’elevata tassazione italiana sui redditi, anche quelli di pensione, spinge molti lavoratori a guardare al trasferimento in altri lidi come ad una soluzione. Ed oggi vedremo dove pare che una pensione italiana

Ecco perché la pensione di un italiano in Albania vale di più e permette di lasciare il lavoro prima

Il costo della vita, il clima e anche le tasse sono i fattori che determinano la ricerca di lidi migliori per gli italiani. Soprattutto per i pensionati. Stando ad alcune indiscrezioni da pensionati che vivono in Albania, tutte e tre le cose possono essere ottenute contemporaneamente. Perché il costo della vita in Albania è di oltre il 40% più basso. Gli affitti raramente superano 300 euro al mese. Le bollette di luce, acqua e gas sono molto più basse. Ed il costo della vita anche in relazione a bar, ristoranti e qualche sfizio, è sicuramente più sostenibile. Ecco perché la pensione di un italiano in Albania potrebbe valere di più.

Cosa cambia dopo il recente accordo sulla sicurezza sociale tra Albania e Italia

Ciò che va anche considerato è la detassazione della pensione. Infatti, pare che in Albania vige un trattamento fiscale favorevole, che consente di percepire una pensione netta più alta rispetto all’Italia, dove su una pensione di 10.000 euro lordi lo Stato preleva il 23% (aliquota IRPEF per redditi fino a 28.000 euro). Addirittura, in rete girano simulatori di calcolo dove inserendo il reddito netto percepito in Italia, si può calcolare come diventerebbe trasferendosi in Albania. Naturalmente non possiamo certo consigliare a tutti di trasferirsi in Albania. Bisognerebbe rivolgersi alle strutture adatte che permettono di verificare bene la bontà di quelle che ripetiamo, sono indiscrezioni. In genere però potremmo dire che qualcosa di reale ci sarà se sono davvero molti i pensionati che stanno guardando all’Albania come loro meta. Tra l’altro andare in pensione in Albania dopo un recente accordo tra i due Stati diventa una soluzione per chi ha periodi di lavoro in entrambi gli Stati.

I calcoli da fare e la convenienza prima o dopo la pensione

In Albania, si può smettere di lavorare con 15 anni di contributi e con 61 anni e 8 mesi per le donne e 65 anni per gli uomini. Oppure senza limiti anagrafici con 38 anni e 4 mesi. Grazie all’accordo, il riconoscimento reciproco dei contributi versati tra i due Stati permetterebbe di andare in pensione prima in Albania rispetto all’Italia. Un lavoratore potrebbe decidere per il trasferimento prima della pensione, e sommando per esempio 10 anni di lavoro in Italia con 5 in Albania, a 65 anni potrebbe andare in pensione.

Impostazioni privacy