Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Prima di spendere monete in euro controllale bene: potresti avere 20 mila euro in tasca e non saperlo

I collezionisti di numismatica non badano a spese per accaparrarsi le monete più preziose in circolazione: potresti averle anche tu, nel portafogli.

Solitamente quando si parla di monete preziose si citano le lire, il vecchio conio, o le monete e banconote straniere. Non tutti sanno però che anche le monete in euro hanno assunto valore nel tempo, e questo perché ci sono stati errori di conio che le hanno rese appetibili per i collezionisti. E poi ci sono quelle monete che hanno avuto una tiratura talmente limitata che trovarne una è una fortuna lautamente remunerata.

monete preziose non solo lire
monete euro foto pixabay – sulmonaoggi.it

I collezionisti non smettono mai di cercare modelli unici per arricchire la propria collezione, ecco perché il mercato delle monete non conosce fine e anche i social e gli e-commerce ormai ne parlano ovunque e mettono in vendita ogni giorno monete e banconote del vecchio e nuovo conio. Non tutte le proposte sono però attendibili, il pericolo di Internet, perché una moneta per valere davvero tanti soldi deve rispettare requisiti imprescindibili.

Le monete in euro per essere definite rare devono avere una storia particolare, ad esempio errori di conio, il più famoso dei quali riguarda la più piccola delle monete, quella da 1 centesimo. Entrata in commercio nel 2002 ha avuto un problema di stampa: su molti esemplari, infatti, al posto di Castel Del Monte, era raffigurata la Mole Antonelliana, monumento simbolo di Torino presente nelle monete da 2 centesimi. Se ne trovate una con questo clamoroso errore, potete venderla dai 2.500 euro a salire.

monete 2 euro di valore
2 euro di valore foto pixabay – sulmonaoggi.it

Altre monete risultano essere preziose perché la distribuzione le ha rese di fatto quasi impossibili da trovare. Come i 2 euro commemorativi della Finlandia (2004). Il valore delle monete in euro dipende anche dallo Stato che le ha prodotte. Stati molto piccoli le emettono infatti in tiratura molto limitata. Alcune monete sono rare anche perché sono le prime emesse da un paese che sceglie di adottare la moneta unica, come nel caso della Slovenia nel 2007.

E per finire ci sono le monete commemorative, quasi sempre da 2 euro. In sostanza, meno monete sono state messe in distribuzione e più alto oggi è il loro valore. Qualche esempio? Premesso che per valere una bella somma, le monete devono essere quasi immacolate, fior di conio come si usa definirle in gergo numismatico. La 2 euro del 2004 della Finlandia oggi viene venduta a minimo 50 euro. La più richiesta in assoluto e amata dai collezionisti è la 2 euro raffigurante Grace Kelly. Ne sono stati coniati 2000 esemplari e se uno di essi è tra le vostre mani, sappiate che oggi valgono almeno 2000 euro.

Di un certo valore anche le monete da 2 euro Città del Caticano 2005 (300 euro), San Marino 2004 (300 euro), Francia 2019 (100 euro) e Slovenia 2007 (50 euro). Se avete una di queste monete in casa, rivolgetevi subito ad un esperto di numismatica, molto meglio della giungla attira truffe degli e-commerce.

Impostazioni privacy