Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Esenzione ticket per invalidità: come chiederla e l’elenco delle prestazioni che non si pagano

L’esenzione ticket legata all’invalidità è un diritto di coloro che hanno patologie che rientrano nella dicitura apposita.

Quindi viene corrisposta a pazienti che hanno pensioni di invalidità, assegni per problematiche gravi o indennità di accompagnamento e servono proprio a consentire visite mediche specialistiche, esami, acquisto farmaci con esenzione sul prezzo.

elenco prestazioni non pagano
Ticket invalidità, come funziona (sulmonaoggi.it)

Il riconoscimento dell’invalidità, che si tratti di una percentuale, del corrispettivo mensile economico o della gravità con Legge 104, comporta dei benefici. Però è bene chiarire che questi devono essere richiesti dopo, in maniera singola, all’ente di riferimento quindi ad esempio l’esenzione all’Asl di competenza, il tagliando auto all’ufficio comunale che se ne occupa e così via. Non vi è una procedura automatizzata per tutto.

Esenzione ticket per invalidità: come si ottiene e cosa spetta

L’esenzione è valida per tutte le prestazioni diagnostiche strumentali, di laboratorio, analisi e ogni altro controllo che sia necessario. Quindi invalidi, civili, di guerra, con accompagnamento, ciechi e sordomuti, deportati, possono fare richiesta di esenzione. Questa va fatta presso l’ASL di competenza territoriale che si trova nel proprio comune di residenza, basta semplicemente compilare la domanda, allegare la documentazione che attesta la patologia con il certificato medico della Commissione INPS e quindi attendere il codice che viene poi trasmesso in automatico al medico.

Esenzione ticket per invalidità
Esenzione ticket per invalidità, come richiederlo (sulmonaoggi.it)

Da quel momento potrà emettere direttamente le ricette con l’agevolazione inserita. L’esenzione comporta molti benefici sul piano di visite ed esami, meno per i farmaci. Tutto dipende dalla categoria e quindi anche dalle condizioni economiche del paziente, infatti se questi ha il riconoscimento dell’esenzione per invalidità e per reddito chiaramente si può anche azzerare del tutto il costo. Per quanto riguarda i medicinali ci sono quelli di fascia A che sono gratis per tutti, di fascia A con nota AIFA che sono invece gratuiti per coloro che appartengono a quella data condizione, in fascia C ovvero a pagamento per tutti, anche gli esenti con malattie croniche.

Va però ribadito inoltre che ci sono dei cambiamenti anche su base regionale, quindi ad esempio esenzioni che si rivolgono solo a quel determinato gruppo, ma per avere informazioni su questo bisogna necessariamente parlare con il medico curante o con l’ASL – perché cambiano da regione a regione. In base al grado di invalidità si può ottenere un riconoscimento specifico, ad esempio fino al 34% si hanno gratis protesi e ausili, fino al 67% si ottiene l’esenzione parziale del ticket, dal 74% si ottiene l’assegno mensile, dal 100% si ottiene la pensione di invalidità legata all’inabilità, con 104 invece si ottiene l’accompagnamento, oltre che la pensione.

Impostazioni privacy