Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Dolori da sonno: impara a scegliere il giusto cuscino e la posizione ideale per evitarli

I dolori da sonno sono tremendi. Ci risveglia con questa fastidiosa sensazione e si rischia di non riposare bene. Come evitarli?

Svegliarsi al mattino con i dolori alla schiena, oppure travolti dal fastidio alla cervicale che porta con sé mal di testa e in alcuni casi anche nausea, non è piacevole. Anzi. Ma perché succede? Il più delle volte, purtroppo, la causa è da ricercarsi nella posizione che assumiamo o nel cuscino che scegliamo per dormire.

Cuscino e posizione top per non avere dolori alla schiena
Consigli per dormire bene (Sulmonaoggi.it)

C’è chi è abituato a dormire senza, chi invece addirittura con due… Fino a quando queste soluzioni non arrecano danni o fastidio non ci sono problemi, ma quando iniziano a comparire dei dolori è bene fare un’analisi di come si dorme. Sia in termini di qualità del cuscino di cui ci siamo dotati, sia per quanto riguarda le posizioni.

Dolori alla schiena al risveglio: come evitarli?

Alzarsi al mattino dal letto ed essere travolti dai dolori è frustrante. Il motivo di questi spiacevoli risvegli è da ricercarsi spesso e volentieri nel cuscino che ci accompagna nel nostro riposo notturno. Si tratta di un elemento non da poco perché influisce in modo importante sul nostro stato di salute e trovare il cuscino giusto fa un grandissima differenza nella gestione del mal di schiena o del dolore alla cervicale.

Come scegliere il cuscino giusto per non avere dolori
Posizioni e cuscino giusto: cosa sapere per non avere più dolori (Sulmonaoggi.it)

Ma allora come fare a scegliere il cuscino giusto per noi? La prima cosa da tenere in considerazione è il fatto che dobbiamo cercare un cuscino che supporti il nostro collo in modo naturale. Il modo classico e sperimentale è quello di provare il cuscino da sdraiati e controllare se il nostro collo segue una curvatura naturale oppure se i muscoli si “sforzano”. Il top teoricamente sono i cuscini in memory foam. Attenzione però: ogni due anni, teoricamente, bisognerebbe sostituire il cuscino perché con l’usura rischia di perdere le sue qualità e la sua forma.

In alcuni casi il cuscino però non è utile solo per il collo, ma anche da inserire in mezzo alle gambe. Perché? Inserirne uno tra le ginocchia quando si dorme su un fianco aiuta tantissimo a tenere la colonna vertebrale nel modo corretto e quindi alleviare pressioni riducendo i possibili fastidi al risveglio.

Oltre al cuscino, per dormire bene e non avere dolori, è importante anche trovare la posizione giusta per la notte. Se, ad esempio, dormiamo ” a pancia all’aria” dovremmo usare un cuscino di media rigidità con magari un piccolo cuscino sotto le ginocchia sempre per avere un allineamento della colonna perfetto. Chi dorme su un fianco, dovrebbe controllare che la testa sia allo stesso livello del materasso, quindi che la posizione sia neutra.

Se invece siete tra coloro che dormono a pancia in giù dovreste sforzarvi a cambiare perché sicuramente non è la posizione migliore per chi ha mal di schiena. Se proprio non ce la fate almeno optate per un cuscino bassissimo per evitare una posizione innaturale soprattutto del collo.

Seguendo questi consigli e queste piccole accortezze il dolore alla schiena o al collo al risveglio dovrebbe, piano piano, sparire!

Impostazioni privacy