Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Cosa fotografare di curioso in Italia? Ecco 5 fontane tra le più insolite da vedere

Ogni Regione italiana racchiude immensi tesori. Possiamo girare nelle ore di svago o in vacanza per scoprirli. È bello fotografare paesaggi, monumenti e anche fontane dalla forma particolare. Vediamo dove trovarle.

La voglia di viaggiare e conoscere posti nuovi ci spinge verso tante località italiane. Una gita fuori porta di un giorno, un weekend o le ferie estive sono ideali per farlo. Spesso si desidera andare in città famose come Roma o Milano, ma anche in piccoli centri e borghi medievali. Possiamo avere nello smartphone le classiche foto in cui fingiamo di reggere la Torre di Pisa o mentre gettiamo monete nella Fontana di Trevi.

Chi è alla ricerca di luoghi insoliti potrebbe trovare case, giardini e sculture di forma strana ovunque.

Vuoi sapere cosa fotografare di curioso in Italia? Ecco 5 fontane

In molte città troviamo belle fontane di stile classico o moderno da cui zampilla acqua. Se vogliamo scattare una foto a quelle più strane potremmo andare a Roma. Per esempio, qui in Piazza Campo de’ Fiori una volta vi era una fontana. Collocata sul finire del Cinquecento, fu poi spostata in corso Vittorio Emanuele III. La sua particolarità consiste nella forma. Sembra una zuppiera con il coperchio. In origine ne era priva, ma veniva usata per lavare frutta e verdura.

Un’altra da vedere si trova in via Margutta. Questa come alcune altre della Capitale richiama i mestieri del rione. Si tratta della Fontana degli artisti e si compone di compassi, cavalletti, pennelli e altri arnesi dei pittori. Si vedono pure due maschere, una triste e una allegra.

Nella Capitale si trovano in varie zone i cosiddetti nasoni, fontanelle d’acqua potabile. Se si visita Torino si potrebbero vedere i torèt, fontanelle d’acqua con la testa di toro.

Altre due a Treviso e a Palermo

Risalirebbe alla seconda metà del Cinquecento la Fontana delle tette. L’originale sarebbe custodito sotto una teca a Treviso, ma una copia si trova nel cortile di Palazzo Zignoli.

Infine, se si visita Palermo è quasi obbligatorio andare ad ammirare Piazza Pretoria. Qui troviamo la Fontana Pretoria detta della Vergogna o delle Vergogne. In origine venne costruita nel 1554 per abbellire una dimora fiorentina. A pezzi poi fu trasportata e assemblata a Palermo. Il nome forse è dovuto alle cifre esorbitanti pagate dal Pretore nell’acquisto o alla nudità delle statue. Si compone di più livelli concentrici e si trova vicino i Quattro Canti.

Cosa fotografare di curioso in Italia? Ecco 5 fontane particolarissime.

Impostazioni privacy