Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Il futuro di lungo termine più probabile per le migliori azioni di febbraio che offrono anche un corposo dividendo

Nel corso del mese di febbraio abbiamo assistito a un’operazione straordinaria all’interno del gruppo Unipol che era nell’aria già da tempo. Tutto questo ha portato a un forte rialzo delle quotazioni. Adesso la domanda è: fin dove potrebbe continuare il rialzo in corso?

Le ragioni alla base del forte rialzo di Unipol

Come i lettori ricorderanno, il Gruppo Unipol ha annunciato un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su UnipolSai, la cui accoglienza ha sorpreso positivamente i mercati. L’operazione mira alla fusione per incorporazione di UnipolSai in Unipol, dando vita a Unipol Assicurazioni. L’offerta è di 2,7 € ad azione, con un importo massimo di 1,13 miliardi di euro. I risultati finanziari del 2023 per entrambe le società registrano utili in crescita: Unipol con un utile netto di 1,331 miliardi di euro e UnipolSai con 766 milioni di euro.

Il dividendo proposto per Unipol è di 0,38 € per azione, mentre per UnipolSai è di 0,165 euro. Allo stato attuale, nonostante il forte rialzo mensile di circa il 30%, il rendimento di Unipol rimane molto interessante essendo pari a circa il 5%.

Il presidente del Gruppo, Carlo Cimbri, spiega che l’operazione è stata pianificata considerando il futuro e la semplificazione della struttura societaria, avviata più di 10 anni fa. La fusione non influenzerà le strategie bancarie e rappresenta l’ultima fase di un percorso di semplificazione. La governance rimarrà invariata fino alla chiusura del mandato attuale, successivamente sarà decisione degli azionisti.

La valutazione delle azioni del gruppo assicurativo

Come discusso in un precedente articolo, sulla base dei fondamentali le azioni Unipol presentano una forte sottovalutazione. La società, infatti, presenta multipli degli utili interessanti e un prezzo relativamente economico rispetto al valore netto contabile, suscitando un grande interesse tra gli investitori alla ricerca di rendimento.

Negli ultimi quattro mesi, gli analisti hanno significativamente rivisto al rialzo le stime sul fatturato e i profitti per azione dell’azienda. La maggior parte degli analisti raccomanda di acquistare o sovraponderare il titolo, mentre i prezzi obiettivo medi sono stati ampiamente rivisti al rialzo negli ultimi quattro mesi. La revisione positiva delle stime degli analisti nel corso dell’ultimo anno suggerisce un giudizio ottimista sulle prospettive aziendali, con una tendenza consensuale nella valutazione dell’azienda e delle sue future performance.

Allo stato attuale il prezzo obiettivo a un anno esprime una sottovalutazione del 5%.

Il futuro di lungo termine più probabile per le migliori azioni di febbraio: le indicazioni dell’analisi grafica

Era dal 2016 che non si registrava un mese così rialzista su Unipol. Inoltre, con la rottura della resistenza in aera 7,038 € potrebbero essersi aperte le porte a una continuazione del rialzo fino in area 8,8 €.

Solo una chiusura mensile inferiore a 7,038 € potrebbe favorire una ripresa del ribasso.

Tutti gli indicatori sono impostati al rialzo sul titolo Unipol
Tutti gli indicatori sono impostati al rialzo sul titolo Unipol

 

Impostazioni privacy