Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Bonus studenti, ecco come avere 300 euro di rimborso sul Conto Corrente per un PC

Sta facendo un gran rumore il Bonus computer 2024, cioè una agevolazione per l’acquisto di un PC. Alla mente tornano le agevolazioni sulla connettività e sui device che furono introdotti durante la pandemia per favorire il pari diritto allo studio dei ragazzi.

Per via dell’utilizzo diffuso della Didattica a Distanza (DAD) durante il lockdown, il Governo decise di favorire la digitalizzazione delle famiglie meno abbienti. Oggi si torna a parlare di Bonus PC 2024, ma solo per quanto riguarda determinati soggetti e con determinati limiti ISEE. Al momento non si sa ancora molto sulle domande e da quando partiranno. Pare però che l’agevolazione sarà collegata all’APP IO per le richieste.

Bonus studenti, ecco come avere 300 euro di rimborso

Un Bonus da richiedere tramite Applicazione. Quindi, ecco come avere 300 euro di rimborso per l’acquisto di un PC, perché la procedura non dovrebbe essere complicata. E il rimborso arriverà direttamente sul Conto Corrente dell’interessato dal momento che si parla di dover inserire l’Iban del Conto sulla domanda stessa. Serviranno le indicazioni del Ministero per conoscere le procedure da espletare soprattutto per quanto riguarda la domanda. Al momento oltre all’IBAN, pare serviranno come al solito anche la carta di identità e la tessera sanitaria del richiedente. Ed anche la copia dell’ISEE del nucleo familiare del richiedente.

Per il Bonus PC, studenti di scuola superiore o universitari

L’ISEE è necessario perché tra i requisiti c’è proprio un importo soglia dell’ISEE. Infatti pare che il richiedente non dovrà superare la somma di 20.000 euro di ISEE, sempre riferito all’intero nucleo familiare. Il Bonus non sarà destinato a chiunque, ma solo a studenti di un certo tipo. Infatti, devono essere studenti iscritti all’Università o alle scuole di istruzione superiore di secondo grado. L’agevolazione dovrebbe erogare 300 euro a richiedente. Anche in questo caso serviranno gli aggiornamenti del Ministero per capire bene la portata del Bonus.

Se è fino ad esaurimento risorse o se è a larga diffusione. questo benefit non va confuso con altri Bonus di questo genere. Perché molti confondono il Bonus PC di cui adesso si parla tanto, con il Bonus connettività. Una misura quest’ultima introdotta dal Ministero del Made in Italy e destinata alle Partite IVA. In effetti si tratta di una agevolazione che riguarda Internet super veloce sotto forma di voucher. E destinato a micro, piccole e medie imprese o a persone fisiche titolari di partita IVA ma solo se attiva ed usata per l’attività.

Impostazioni privacy