Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Un giardino che sembra uscito dalle fiabe: conigli, amore e hobbit

L’Italia è il Paese che detiene il maggior numero di siti Unesco, ma si può affermare con certezza che altrettante bellezze sono da scoprire. Alcuni giardini sembrano usciti dalle favole.

Il nostro territorio è un patrimonio culturale e paesaggistico impressionante, ci sono luoghi da scoprire in ogni dove, che siano nascosti o in bella luce. Una delle tante fortune che possiede l’Italia è la presenza di giardini incredibili che, quando ci si mette piede, sembra di diventare protagonisti di una fiaba incantata. Alcuni fanno parte di ville storiche, un tempo abitate, altri sono un vero patrimonio faunistico e botanico da mozzare il fiato.

Giardini più belli da visitare

Andare a visitare un giardino potrebbe essere un tipo di attività all’aperto alternativa da fare nel weekend. Ogni regione possiede i suoi incredibili giardini con ville o senza, ma inevitabilmente alcuni sono più gettonati di altri. Considerati tra i più belli in cui passeggiare e da visitare vi sono il giardino di Villa d’Este (Roma), Giardino di Boboli (Firenze), Isola Bella (Lago Maggiore) e Trauttmansdorff (Merano). Tanti altri sarebbero quelli da nominare per la loro incredibile bellezza. Per esempio, in Veneto, ben due sono i giardini che almeno una volta nella vita bisogna vedere. Il primo è il Parco Sigurtà, caratterizzato dalla presenza di tantissime fioriture tutte da scoprire durante le varie stagioni. Il secondo, invece, è in grado di teletrasportare in un’altra dimensione.

Un giardino che sembra uscito dalle fiabe: conigli, amore e hobbit

Non è patrimonio dell’Unesco, ma questo giardino merita una visita almeno una volta, soprattutto ora che stiamo entrando nella stagione primaverile. Si parla del Giardino di Valsanzibio. La sua storia nasce nel 1665 quando fu creato da una delle famiglie più importanti di Venezia, Barbarigo, come voto per aver sconfitto la peste. Difatti, il giardino è concepito per trasmettere positività, soprattutto se si sta affrontando un periodo duro. Attraversando questo giardino, sembra di essere in un Mondo fatato grazie alla mescolanza di natura, arte e di un labirinto nato insieme al giardino stesso. Vi sono alberi ultrasecolari, dai 300 ai 900 anni d’età, che arrivano dall’Asia, dall’America, dall’Africa e dall’Europa.

Ogni caratteristica presenta il suo simbolismo. Il Padiglione di Diana era l’accesso alla dimora, imponente quanto i monumenti che vi sono rappresentati. L’Isola dei Conigli rappresenta l’immanenza, ovvero come gli esseri viventi siano limitati dal corpo ma confinanti con lo spazio e il tempo. Da scoprire anche il giardino botanico di Artemide, dove si può trovare la panchina degli innamorati, e la Grotta dell’Eremita, che ricorda la casa di un hobbit della Contea.

Impostazioni privacy