FRANCO MARINI E IL SUO MESSAGGIO SULLA RESISTENZA LANCIATO A SULMONA NEL 2016

Una riflessione sull’importanza della Resistenza, umanitaria e armata, come punto fermo della storia del Paese da non dimenticare e da trasmettere ai giovani. E’ il messaggio che lanciò il 27 febbraio 2016 il presidente emerito del Senato della Repubblica, Franco Marini, nel suo intervento conclusivo al convegno svoltosi nell’aula magna del Liceo scientifico Fermi di Sulmona. La riflessione di Marini si incentrò sull’esplosione di solidarietà umana verso i prigionieri e sulla vicenda della Brigata Maiella. “L’Abruzzo – dichiarò – è stato un centro fondamentale della Resistenza”. Per il presidente emerito del Senato “la Resistenza ha dato all’Italia la possibilità di non essere schiacciata al momento della pace. Dopo la scelta inaccettabile del regime fascista di entrare in guerra a seguito della Germania nazista, la Resistenza ha creato questa sollevazione popolare, qui in Abruzzo in maniera straordinaria, tra la Brigata Maiella e quello che è accaduto a Sulmona con il sostegno ai prigionieri che fuggirono su queste montagne. La Resistenza è stato un fatto fondativo della nuova Repubblica che, senza esagerazione, non dobbiamo dimenticare”. L’evento al Liceo scientifico si Sulmona venne definito importante da Franco Marini soprattutto per la presenza di molti giovani. “Fissare date e ricordi della storia – aveva detto – può aiutarli per costruire il futuro”. A ricordare quella sua partecipazione a Sulmona è il sindaco Annamaria Casini. “A Sulmona coltivò con affetto amicizie politiche e Sulmona lo vide ospite in molte occasioni. Ricordo un suo intervento in un convegno nel Liceo scientifico, in cui parlò della Resistenza degli abruzzesi, quella umanitaria e armata, soffermandosi sul ruolo che ebbe la nostra città e sul fatto che i giovani debbano conoscere queste pagine di storia per costruire il futuro”. Così il primo cittadino che, a nome dell’amministrazione comunale, esprime le più sentite condoglianze per la sua scomparsa, avvenuta ieri all’età di 87 anni a causa del Covid. “La città di Sulmona – prosegue il sindaco – non dimentica il presidente emerito del Senato Franco Marini. Ciò che mi ha sempre colpito di Franco Marini è quel suo attaccamento alla terra di origine, quel non aver mai dimenticato il suo Abruzzo, nonostante la sua brillante carriera politica, ricoprendo importanti e apicali cariche istituzionali. Questa terra perde uno dei suoi figli più illustri, uno che ha creduto nella libertà e nella democrazia”.

 

22 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com