MORTO DINO DI BACCO, IL CAPITANO DEL SULMONA BERRETTI CAMPIONE D’ITALIA

Non ce l’ha fatta a sconfiggere un male che lo attanagliava da mesi. E così questa mattina è morto all’età di 60 anni, Dino Di Bacco di Pratola Peligna. Notevole è stato il suo impegno nella vita politica del suo paese come amministratore comunale ed esponente del Pd locale. La sua scomparsa rappresenta un lutto anche per il calcio dilettantistico. Dino Di Bacco è stato il capitano del Sulmona Berretti che vinse il titolo di campione d’Italia il 16 giugno del 1980. Ruolo mezzala, arrivò dal Pratola al Sulmona nella stagione 1976/77, culminato con la vittoria del campionato di Eccellenza, e nell’anno successivo venne acquistato dall’Avellino, neopromosso in Serie A. Militò come giocatore di serie nella Primavera della squadra irpina guidata dal tecnico Landini. Fu un’esperienza caratterizzata da due convocazioni in prima squadra. Accettò successivamente la proposta dell’Isernia giocando una stagione in Molise. Nel 1979/80 tornò al Sulmona in Serie D laureandosi campione d’Italia con la formazione Berretti e distinguendosi per l’ultimo rigore segnato nella semifinale contro il Canicattì. Di Bacco disputò poi diversi altri campionati tra Sulmona e Pratola. Una carriera importante con il ricordo più bello rappresentato dalla vittoria dello scudetto Berretti per essere stato il capitano di quella splendida squadra. A ricordarlo come ex calciatore biancorosso è l’Asd Ovidiana Sulmona che, stringendosi al dolore dei familiari, ripropone sulla propria pagina facebook un’intervista realizzata a Dino Di Bacco nel giugno scorso per rievocare la storica impresa dei biancorossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *