ENNIO ORSINI SCRIVE IL FUTURO, IN ANTEPRIMA MONDIALE LA NUOVA TECNICA DI PROTESI IN 3D DI CAPEZZOLI IN SILICONE

Ennio Orsini si conferma pioniere della dermopigmentazione. Il professionista sulmonese ha presentato ieri, in anteprima mondiale, la sua nuovissima tecnica di realizzazione di protesi in 3D di capezzoli in silicone. In diretta dal suo studio, il “Maestro” (come è chiamato nel settore) ha insegnato questa nuova procedura a 63 operatori che, collegati da tutte le regioni italiane e da vari paesi europei grazie al supporto tecnologico e professionale della Sintab di Sulmona, si sono mostrati molto entusiasti. Un successo tutt’altro che inaspettato, per un nuovo sistema che consente di regalare un sorriso a tutte quelle donne che dopo aver sconfitto il cancro al seno (le cui statistiche purtroppo confermano percentuali di casi in forte crescita) desiderano riappropriarsi di una parte importante del proprio corpo, l’emblema della femminilità, con la ricostruzione del capezzolo. Questo è da sempre un tema molto caro ad Ennio Orsini, che è diventato celebre grazie al realismo con cui prima tatuava i capezzoli alle donne mastectomizzate, perfettamente in grado di creare l’illusione che ci fossero davvero. Ora può finalmente rendere tridimensionali le sue areole, soprattutto realizzarle su misura e personalizzate, vera novità e valore aggiunto inestimabile di questa procedura. Ancora una volta il dermopigmentista sulmonese è riuscito a far accendere i riflettori sulla città di Sulmona dove ha scelto di impiantare la sua attività professionale sempre in crescita e in evoluzione creando, in controtendenza con la realtà economica del territorio, importanti posti di lavoro. Da bravo pioniere quale è aspettiamo la prossima sfida, sicuri che il “Maestro” stia già preparando un nuovo rivoluzionario progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *