COALIZIONE DI CENTRO SVISTA

Cominciano a risuonare nell’aria le trombe della campagna elettorale sulmonese, gli eserciti si preparano sul campo, gli schieramenti si posizionano sui relativi spazi. Tutto come da copione o…quasi. C’è qualche attore, infatti, che sembra non avere le idee molto chiare, attore o attori di centro sinistra o meglio di centro svista, viste le numerose disattenzioni nelle dichiarazioni fatte a cui seguono fatti totalmente diversi, attori che continuano a collezionare contraddizioni su contraddizioni. Prima contraddizione. L’attuale dirigenza del Pd ha ingaggiato una cruenta lotta con i dimasciani per rinforzarsi con il risultato che si è ritrovato in braghe di tela con la fuoriuscita di numerosi iscritti vicini proprio all’ex sindaco Bruno Di Masci. Seconda contraddizione. Sempre l’attuale dirigenza del Pd ha, da sempre, osteggiato l’esperienza del civismo difendendo la propria cultura politica. Fatto sta che alle prossime elezioni si presenterà senza simbolo (cosa che difficilmente accade nei comuni superiori a 15 mila abitanti). Terza contraddizione. L’attuale dirigenza del Pd ha rivendicato, sempre e con forza, la sua natura di contrapposizione alla cultura leghista (ricordate lo striscione srotolato dalla finestra dello studio dell’avvocato Teresa Nannarone durante il comizio di Salvini?). Ebbene ci sembra che stia lavorando ad una coalizione con il centro destra. Quarta contraddizione. Sempre l’attuale dirigenza del Pd ha sempre decantato il potere taumaturgico dello studio degli atti amministrativi. Allora come ha fatto ad elogiare il centro destra per la storia dell’ospedale di primo livello? Ossia la più grande presa in giro in danno dei cittadini degli ultimi 30 anni? Un ospedale che cambia solo il nome ma rimane lo stesso. È come se oggi affermassimo che Sulmona è diventata Roma anche se non ha il Colosseo. Per essere ospedale di primo livello, il nosocomio di Sulmona dovrebbe avere diverse Unità operative complesse (ossia reparti organizzati) che non ha e non avrà. Cambiare solo il nome significa prendere in giro i cittadini. Evidentemente il Pd elogia questa scelta solo per favorire il futuro alleato di cordata, ossia il centrodestra e questo nonostante le numerose smentite. Quinta contraddizione. Una parte dell’attuale dirigenza del Pd ha sempre trattato con sdegno, indignazione gli incarichi professionali conferiti dagli enti pubblici. Salvo poi scoprire, proprie sulle pagine di qualche giornale online, che l’avvocato Teresa Nannarone ha ricevuto un incarico di euro 4.197,19 dal Consorzio di bonifica di Pratola Peligna, governato dal commissario leghista. Ecco che torna l’asse. Lega-Pd. Si potrebbe andare avanti e avanti ancora ma credo che il concetto sia chiaro. La coerenza non significa far parte di un partito politico ma esprimere concetti che abbiano una costanza, una logica e una linearità. Ci sono generali che si preparano alle elezioni zigzagando da un campo all’altro per trovare il proprio perché. Ecco credo che sia più dignitoso avere il coraggio di mostrare le proprie effigi e i propri reali pensieri. Giusto per evitare ulteriori sviste.

Barbato da Sulmona

Un Commento su “COALIZIONE DI CENTRO SVISTA

  1. Prima contraddizione, il gruppo dimasciano è uscito e fatto uscire perché ha commesso atti contrari al regolamento del partito e alla linea di questo tanto che ci sono state espulsioni contestate ma confermate dai garanti, la nuova gestione ha il difficile compito di rigenerare il circolo secondo una nuova visione più etica, partecipata e orientata al bene comune e non particolare un percorso di rinnovamento che richiede del tempo soprattutto in tempi di personalismi e antipolitica
    Seconda contraddizione, si combatte un cinismo travestito da civismo, la ricerca del potere per il potere, andare senza simbolo per chiarire la priorità che è la città rispetto al partito con cui rimangono comunque saldi i legami, non è affatto raro che ci si presenti con liste civiche in comuni sopra i 15 Milà residenti, un po’ di approfondimento non guasterebbe.
    Terza contraddizione, la coalizione a cui si lavora come più volte detto rispecchia quella che elesse la von derlain in Europa che andava dal centro sinistra a forza Italia senza i sovranisti ma questo non esclude che con tutti i partiti si dialoga sulle questioni importanti come responsabilità verso i cittadini vorrebbe e questa è cosa ben diversa da fare alleanze.
    Quarta contraddizione, la qualifica di primo livello porterebbe tra le altre la vera salvaguardia del punto nascita e permetterebbe future e ulteriori migliorie e aggiunte nei servizi, certo non è la soluzione ma un progetto da perseguire a differenza di chi, l’asse gerosolimo, voto’ in consiglio comunale per l’ospedale di base che chiudeva ad ogni altro discorso ma su questo fate finta non sia successo vero?
    Quinta contraddizione, la Nannarone è una dei più stimati avvocati del foro e d’Abruzzo nel campo delle cause sul lavoro che non ha bisogno della politica per vivere, che non deve leccare il culo a nessuno per portare lo stipendio a casa, non ha ruoli pubblici amministrativi e quindi non ha conflitti e la parcella non evidenzia una gonfiatura ma in linea con il mercato e le qualità del professionista e il pd non ha comunque mancato di criticare il lavoro dell’ente soprattutto evidenziando i problemi derivati da gestioni politiche vicine al cinismo con una lunga serie di sprechi, di mala gestione e interessanti assunzioni di avvocati, figlie di, ad 80 mila euro all’anno ma di questo voi mai una parola, in maniera ipotetica bisogna evidenziare che qualora si scrivesse su giornali, di enti da cui si viene pagati magari proprio per curarne la comunicazione, sarebbe invece quantomeno inopportuno.
    Siete ossessionati dal PD, sembra quasi che non esista un altra forza in campo, nessun articolo sulla coalizione del cinismo, nessuna parola sullo scontro in atto per la scelta del candidato sindaco nella coalizione facente capo al cinismo tra la sindaca uscente e gerosolimo, su una coalizione in campagna elettorale da 1 anno che almeno da 1 mese doveva uscire pubblicamente e tarda per diversi problemi, non dico una critica ma niente di niente solo attacchi al PD, un vero giornalismo, complimenti.
    Vi è così difficile metterci la faccia e non usare pseudonimi? Ne guadagnereste di credibilità.

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *