GEROSOLIMO, INCONTRO NELL’AREA PEEP CON 400 CITTADINI

Il candidato sindaco della coalizione civica Sulmona Protagonista, Andrea Gerosolimo, ha presentato ieri ai cittadini della zona Peep le sue idee per il futuro della città nel primo appuntamento dell’iniziativa “Incontriamo Andrea” alla presenza di circa 400 persone.

“Questo è un nuovo modo di fare politica, recandoci noi politici ai cittadini e superando il luogo comune che sia sempre il cittadino a dover andare dai politici”. Ha affermato Gerosolimo che poi ha illustrato i primi problemi che la prossima amministrazione dovrà affrontare. “I nostri primi atti – ha detto – saranno la costruzione di una Sulmona 2.0 al parco fluviale, l’istallazione di un sistema di videosorveglianza in via Avezzano, via XXV Aprile e nelle frazioni e l’abbattimento delle barriere architettoniche”. “Nella seconda seduta di consiglio comunale che faremo approveremo un ordine del giorno nel quale la nuova maggioranza esprimerà contrarietà netta alla centrale Snam e alla chiusura del tribunale di Sulmona”. Sull’ospedale, Gerosolimo ha detto che non lo appassiona il problema del primo o secondo livello perché “a me appassiona il tema dei contenuti. Se abbiamo anche il primo livello ma non ci sono primari e macchinari ci hanno preso solo in giro con un’etichetta. Da due anni e mezzo governa Marsilio e siamo ancora in attesa della nomina dei primari in quattro reparti. Unico primario nominato è quello di anestesia e rianimazione, quando ero assessore regionale ma poi non si capisce perché i macchinari, come la risonanza magnetica, da noi acquistata, quattro anni fa, non ancora è stata portata nel nostro ospedale”. Sull’occupazione per il candidato sindaco di Sulmona Protagonista è inutile continuare a pensare a nuove fabbriche. “L’economia industriale è superata dall’economia dei servizi e in quella direzione va creato lavoro”. Ha sostenuto Gerosolimo che ha ribadito la sua convinzione su turismo e servizi, come fonte di nuova economia. “Occorre valorizzare la città con le sue bellezze monumentali e paesaggistiche. Sul turismo dunque bisognerà puntare e non fermarsi al mordi e fuggi”.

L’idea del candidato sindaco Andrea Gerosolimo per il parco fluviale Augusto Daolio è quella di creare “una città nella città. Renderemo il parco fluviale un posto dove giocare e trascorrere del tempo. Un parco avventura, un ristorante, una palestra, un centro fitness, attrezzature sportive ed una pista ciclopedonale. Un luogo di Sulmona in cui vivere 365 giorni l’anno a 360 gradi”. “Andranno fatti passi avanti anche sull’impiantistica sportiva, da potenziare, come è già accaduto in Alto Sangro. Da migliorare anche i trasporti. Abbattere le barriere architettoniche per rendere accessibili i luoghi a chiunque”.

Infine una stoccata agli avversari. “Loro sono convinti di batterci con le calunnie, noi li batteremo con le idee”. Ha concluso Gerosolimo che ringrazia tutti gli intervenuti: “L’affetto crescente ed il calore delle centinaia di persone che sono venute ad ascoltare le nostre idee alla zona Peep, mi hanno fatto battere forte il cuore. Ho sentito l’entusiasmo di una comunità che vuole tornare ad essere protagonista. Lo faremo rilanciando lo sviluppo con una grande politica di promozione turistica e con il più grande piano di marketing per far vedere al mondo intero l’immensa bellezza di Sulmona”.

265 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com