RIFIUTI: SCIOPERO LUNEDI’ 8 NOVEMBRE, A RISCHIO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Lunedì prossimo, 8 novembre, è in programma lo sciopero generale dei servizi ambientali proclamato dalle segreterie nazionali di Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Fiadel per l’interruzione delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale Utilitalia e Fise Assoambiente. Il Cogesa avverte i cittadini e i Comuni soci dei possibili disservizi che si potrebbero creare nella raccolta dei rifiuti, nello spazzamento e nel corretto funzionamento delle isole ecologiche. Lo sciopero interesserà l’intera giornata di lunedì e riguarderà tutti i turni di lavoro diurno e notturno. “Chiediamo la gentile collaborazione dei cittadini, che sono invitati, in caso di mancato servizio, a ritirare i mastelli dalla strada, per poi esporli al primo giorno utile dell’EcoCalendario nella zona di riferimento”. E’ quanto si legge in una nota del Cogesa che dovrà, comunque, garantire una serie di prestazioni indispensabili “come stabilito dall’articolo 8 dell’allegato 10 al Contratto collettivo azionale dei servizi ambientali”. La raccolta dei rifiuti verrà garantita nelle scuole, nelle mense pubbliche e private di enti assistenziali, negli ospedali, case di cura, comunità terapeutiche, ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie, caserme e carceri. La pulizia sarà, inoltre, effettuata lo stesso nei mercati, nelle aree di sosta attrezzate, nelle aree di grande interesse turistico museale in misura non superiore al 20% dei centri storici (così come individuate dai piani regolatori dei Comuni).

 

127 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com