SCHERMA, MANUELA SPICA ORGOGLIO NAZIONALE

La giovane sciabolatrice sulmonese Manuela Spica della società Gymnasium Scherma Club di Sulmona sta dando molte soddisfazioni per i suoi prestigiosi risultati sportivi anche in campo internazionale. E’ di quasi un anno fa la partecipazione agli Europei in Croazia dove ha centrato il 15esimo posto con la nazionale Under 17. “E’ stato il mio primo Europeo – afferma – che mi ha permesso di scoprire un nuovo mondo. Sono arrivata quindicesima ed è stato un bellissimo risultato anche se speravo di fare qualcosina di più”. Manuela Spica in attesa di riprendere alla grande le attività, è stata ospite dell’Albero di Natale dello Sport del Panathlon alla Rotonda di San Francesco a Sulmona per raccontare la sua passione per la scherma. “Ho cominciato a praticare questo sport – ricorda – nel settembre 2012 dopo aver visto le Olimpiadi di Londra ed è stato un amore a prima vista. Ho scoperto poi che la palestra di scherma si trovava vicino casa e così ho deciso di provare”.

Quanti insegnamenti ti ha dato lo sport per affrontare la vita?

“Tantissimi, perché fare sport è bellissimo e ti permette di fare anche nuove amicizie. E’ fantastico raggiungere gli obiettivi legati allo sport che si ama”.

Manuela Spica nel 2020 ha centrato anche il secondo posto ad una gara del circuito europeo in Francia ed il settimo piazzamento alla seconda prova nazionale cadetti a Roma. L’anno si è concluso con un infortunio ma ora è pronta a riprendere il ritmo giusto. “Mi sono infortunata al polso – spiega – durante un ritiro della nazionale ad ottobre e sono stata costretta a saltare poi il ritiro che si è svolto a dicembre ma ora sto recuperando. Ho fatto diverse visite e adesso sto bene”. In questo 2021 si preparerà per gli Europei in Serbia ed i Mondiali in Egitto. “Spero di ricominciare presto con gli allenamenti – prosegue – perché in questo periodo, a causa del Covid, mi sto allenando poco. A febbraio ci sarà l’Europeo e penso di essere convocata come capitano, spero poi di essere convocata anche per i Mondiali”.

Cosa si prova ad essere il capitano della nazionale femminile Under 17?

“E’ bellissimo perché per comandare una squadra ci sono tante responsabilità ed è sicuramente un’esperienza importante”.

Manuela Spica è diventata ormai un punto di riferimento della Gymnasium Scherma Club del presidente Quintino Moca. “Abbiamo la fortuna di averla con noi – dichiara Moca – ma oltre alla soddisfazione per i risultati, Manuela ha la passione e la voglia di migliorare. E’ la punta di diamante ma abbiamo anche altri ragazzi del comprensorio di Sulmona ed alcuni che provengono da Pescara. Ci avvaliamo della maestra internazionale Linda Moca e del campione del mondo di sciabola negli anni ’80 Dariusz Wodke che, con la sua esperienza, riesce a dare grandi insegnamenti a tutti. Abbiamo diversi ragazzi che sono tra i primi a livello nazionale come Filippo Calò, Nicolas Giardini, Giampaolo Di Matteo, Marta Bonaventura, Eleonora Colella e tanti altri che ci danno soddisfazioni e soprattutto si divertono”. Ragazzi volenterosi che si allenano nella palestra di via Venezia a Sulmona, nei pressi della stazione di Introdacqua, per coltivare la passione per la scherma. “Consiglio a tutti i giovani – conclude Manuela Spica – di avvicinarsi alla scherma. E’ uno sport poco conosciuto, a differenza di altri, ma è bellissimo”.

 

 

 

364 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com