MASTRANGIOLI MORTO PER ARITMIA CARDIACA, DOMANI I FUNERALI

Il decesso del 51enne sulmonese Gianni Mastrangioli è stato provocato da un’aritmia cardiaca. Si è trattato dunque di una morte naturale, come accertato dalla ricognizione cadaverica eseguita questa mattina. Fatale è stato il malore improvviso accusato dall’uomo mentre, nelle primissime ore di ieri mattina, stava facendo ritorno a Sulmona da Avezzano lungo l’autostrada A25 nei pressi del casello di Cocullo. Dopo il riscontro medico legale di stamane, la Procura della Repubblica ha dato il nulla osta per restituire la salma ai familiari. I funerali si svolgeranno domani, martedì 26 gennaio, alle 15 nella chiesa di San Giovanni da Capestrano nella frazione Torrone. “L’aritmia cardiaca sarebbe stata provocata dall’attività sportiva praticata da Mastrangioli che è stato un giocatore del Sulmona Rugby”. E’ quanto ha reso noto il legale della famiglia Giuseppe Giammarco in base a quanto riferitogli dall’anatomopatologo. Proseguono intanto gli accertamenti della polizia stradale di Pratola Peligna, intervenuta sul posto, perché resta da accertare il motivo per il quale Mastrangioli era andato ad Avezzano. Un particolare da chiarire anche con l’aiuto della persona che viaggiava accanto a lui in auto, che sarebbe un giovane sulmonese del quale la polizia stradale al momento non ha voluto rivelare l’identità.

544 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com