SULMONA BERRETTI: IL 16 GIUGNO 1980 LA CONQUISTA DELLO SCUDETTO

Il 16 giugno 1980 è una data storica per il Sulmona Calcio che festeggiò la conquista del titolo nazionale Dante Berretti, riservato alle squadre di Serie D. Era lo scudetto tricolore della squadra giovanile che è rimasto nei ricordi di tutti i tifosi biancorossi.

Quel giorno allo stadio Pallozzi c’erano circa tremila spettatori sugli spalti per assistere alla sfida di ritorno della finale di categoria contro l’Abano Terme battuto sia all’andata che al ritorno. Un trionfo maturato al termine di un cammino che ha visto protagonisti un gruppo di ragazzi con radici in gran parte nella Valle Peligna con i vari Murzilli e Amicuzzi di Avezzano e Pantalone di Roccaraso. Un gruppo particolarmente coeso che, a distanza di tempo, ha perso un paio di pezzi – per via della scomparsa di Tony Di Cioccio, Giovanni Di Paolo e Dino Di Bacco – ma che è rimasto unito nel ricordo di quella cavalcata trionfale. Basti pensare che nello stesso anno il titolo Berretti di serie A andò all’Inter e quello di serie C al Teramo. La squadra Berretti del Sulmona nella stagione 1979-1980, dopo aver passato con merito la fase regionale, fu inserito in un girone a tre con il Frosinone e la Puteolana. Nel primo incontro a Frosinone il risultato fu di 0-0. Nella seconda gara, al Pallozzi, vantaggio della Puteolana con i biancorossi che ribaltarono il risultato con Schiavitti e Amicuzi. Un 2-1 che rispecchiava l’impostazione della squadra che, pur segnando poche reti (in primis con il solito Amicuzi), aveva un centrocampo dai piedi buoni con grinta, supportato da una difesa arcigna. Successivamente, il Sulmona affrontò la Romulea che pareggiò a reti bianche al Pallozzi. A Roma nella gara di ritorno si arrivò fino ai supplementari. Parità assoluta. Ai rigori fu decisiva la parata di Sulli a fronte dei biancorossi che segnarono in maniera implacabile dal dischetto. In semifinale la sfida con il Canicattì: doppio 0-0. E in Sicilia il portiere Sulli vestì ancora i panni dell’eroe, neutralizzando due rigori, mentre dal dischetto Pantalone, Ninu, Marinucci, Di Iorio e Di Bacco non fallirono. Infine, la finale. Successo ad Abano Terme firmato da Amicuzi con gli ovidiani che perdono però Murzilli, per infortunio, e Di Iorio, per squalifica. Il 16 giugno 1980 il ritorno in un Pallozzi gremito: Amicuzi e Barone firmano le reti che danno il là alla festa biancorossa.

Ecco la rosa della squadra.

Portieri: Mario Sulli e Carlo Goti; difensori: Fiorenzo Schiavitti, Maurizio Sisi, Giovanni Ruscitti, Danilo Pantalone e Marco Marinucci; centrocampisti: Maurizio Di Iorio, Marino Murzilli, Tony Di Cioccio, Luigi Ninu e Dino Di Bacco; attaccanti: Giovanni Di Paolo, Dante Amicarelli, Nino Amicuzi, Francesco Barone e Fiorenzo D’Alessadro. Massaggiatore Roberto La Civita; allenatori: Liberato Petrella e Gildo Valle; presidente: Alfonso De Deo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *