SULMONA DEI PELIGNI

Il campanilismo tra Sulmona e Pratola Peligna esiste ancora? Contro ogni forma di questo genere, le amministrazioni comunali delle due città, con i sindaci Gianfranco Di Piero e Antonella Di Nino, hanno deciso di andare a braccetto per rilanciare il parco giochi di Bagnaturo. Un vero sodalizio tra i due Comuni tanto da far storcere il muso a qualcuno che ha pensato ad un accordo politico tra i due primi cittadini. “Un impegno – ha precisato la Di Nino – per collaborare senza alcun campanilismo”. E già! Quel campanilismo che era ormai diventata una piaga ma utile nella ricerca storica perché aiutava a contestualizzare. Conosciamo tutti le storiche rivalità tra sulmonesi e pratolani come quelle che contraddistinguono ancora le città di Pescara e Chieti, Giulianova e Teramo ma anche tra Sulmona e Avezzano o L’Aquila (come gli scozzesi e gli scozzesi). Ma parliamo anche di altre rivalità come quella a Castel di Ieri, dove il giorno della Madonna di Pietrabona i vicini di Goriano Sicoli erano chiamati gli “Apache” per la loro abitudine di non mescolarsi alla festa dei casteldieresi, preferendo isolarsi sull’altura del colle a ridosso dell’eremo “come piccoli indiani”, appunto. Inoltre sembra che anticamente gli abitanti di Corfinio fossero soliti definire quelli della vicina Vittorito (o Popoli, secondo altre fonti), alludendo alla presunta tirchieria di questi ultimi. Sfottò esistevano anche tra la gente di Sulmona con i pacentrani: “Pacentro di pace, si ruba e si tace, di fuori e di dentro. Viva i ladri di Pacentro!”. Questa frase era forse riferita alla rivalità dei due centri al tempo di Caldora che bombardò Sulmona e veniva preso in giro perché ricevette una pessima polvere da sparo e lo sparo, invece di andare a segno, lo affumicò. Questi aneddoti e queste curiosità rimangono nella storia ma, per tornare a Sulmona e Pratola, per abbattere i limiti del campanilismo si punta ad una “rivoluzione culturale tra i cittadini”, come scrive su facebook Rino Di Fonzo perché da questa sinergia tra Di Piero e la Di Nino deve essere inaugurata una stagione nuova per quella Sulmona dei Peligni che noi vorremmo perché Sulmona non comanda e nemmeno Pratola. 

Barbato da Sulmona

262 letture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com